Salute

#alimentazione sostenibile… per immagini

Ho appena iniziato a presentare in diversi contesti la proposta di legge sulle mense sostenibili che garantisce menù alternativi privi di alimenti di origine animale nelle mense e cerca di favorire una riduzione nel consumo di questi alimenti.

Eccovi tre video, facile da ascoltare e da condividere.

Nel primo, al minuto, sono ospite di una diretta di Salvo Mandarà dal Roma Fruit Fest, una manifestazione interamente dedicata all’alimentazione, ma anche al creare comunità (lo slogan di quest’anno era “cooperare è molto meglio che competere”).

VIDEO: “Partecipare su LEX significa avere una visione di lungo periodo condivisa

Nel secondo video, vi porto con me alla mensa dei dipendenti della Camera dei deputati. Quella che frequentiamo noi M5S! Raccontandovi la mia esperienza scoprirete quali sono le difficoltà di chi predilige una dieta basata su alimenti totalmente vegetali.

Nell’ultimo video, di circa nove minuti, presento in modo approfondito la proposta di legge sulle mense sostenibili. Le linee guida sull’alimentazione stilate dal dipartimento della salute statunitense indicano un consumo massimo raccomandato per ridurre i danni alla salute umana di 50 kg di carne e uova annui. Invece, nel nostro paese secondo i dati FAO relativi al 2009, il consumo medio complessivo di carne e uova è di 103 kg l’anno. Più del doppio! Inoltre, l’allevamento intensivo ha gravi conseguenze sull’ambiente. Allevare bestiame comporta un enorme consumo di risorse alimentari (cereali), acqua e produce  l’inquinamento, consumo di suolo, deforestazione, perdita di biodiversità.

Basti pensare che secondo la FAO (2006) l’allevamento contribuisce per circa il 18% alle emissioni mondiali di gas serra, mentre secondo il Worldwatch institute (2009) questo valore salirebbe addirittura ad un impressionante 51%. Sempre secondo la FAO allevare animali utilizza ben il 70% delle terre dedite ad agricoltura del mondo finendo per impoverirne irrimediabilmente la loro biodiversità e fertilità. Inoltre è anche il settore legato al maggior consumo di acqua dolce, consumandone ben l’8%!

VIDEO: “Da più parti emerge sempre più chiaramente l’esigenza di ampliare le scelte alimentari, sia per motivi di salute, sia per motivi legati alla varietà dei cibi che vogliamo consumare“.

La proposta di legge è online su LEX sino al 20 luglio 2014.

Alimentiamo il nostro futuro!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Pedalando verso Roma da Beppe #VinciamoNoi

Next post

Grazie #M5S! #sieteconnoi