AmbienteEnergia

Biomasse e CH4, i cittadini si attivano

Crescentino biomasse M5S

Le biomasse e i suoi effetti sulla salute e sull’ambiente sono stati il tema di un evento a Crescentino (Vercelli) sabato 5 luglio 2014.

Numerosa la popolazione presente e alcuni attivisti M5S sono arrivati anche da gruppi delle province vicine (Asti, Biella, Torino).

L’evento, a cui ha collaborato il Comitato per la trasparenza, ha avuto come primo effetto quello di sensibilizzare l’amministrazione locale nella persona del sindaco Fabrizio Greppi.

Il sindaco era stato invitato personalmente dagli attivisti locali, ma non era stato presente alla serata così come nessuno dei componenti della giunta e dei consiglieri, che erano stati avvisati con tanto di invito protocollato.

Il sindaco incontrerà però domani (mercoledì 15 luglio 2014) i componenti del comitato in merito ai disagi alla popolazione provocato da una centrale di digestione anaerobica da biomassa di origine agricola (insilato di mais, tra l’altro coltivato appositamente).

Un bilancio della serata?

Testimonianze e domande, soprattutto dopo le spiegazioni dettagliate del professor Michele Corti, hanno riacceso l’interesse per il bene comune.

M5S (alla serata era presente anche il senatore Carlo Martelli) continuerà a vigilare sulla grave situazione ambientale che continua a perdurare in questa zona residenziale a poche decine di metri dalle abitazioni dei cittadini.

Chiediamo al Ministro dell’Ambiente quanto già esposto a ottobre 2013, cioè di disporre verifiche e controlli da parte del personale appartenente al Comando carabinieri tutela ambiente (C.C.T.A.).

Fonte: Blog Mauro at Large

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

L'Ogm è servito di nascosto

Next post

Più femminile nella società?