AgricolturaAmbienteEcologiaEnergiaPoliticaSalute

Principio di precauzione: perché non possiamo rinunciarci

Per principio di precauzione si intende una politica di condotta cautelativa per quanto riguarda le decisioni politiche ed economiche sulla gestione delle questioni scientificamente controverse. Il principio di precauzione permette di reagire rapidamente di fronte a un possibile pericolo per la salute umana, animale o vegetale: nel caso in cui i dati scientifici non consentano una valutazione completa del rischio, il ricorso a questo principio consente, di impedire la distribuzione dei prodotti e delle sostanze potenzialmente pericolose. Se dovesse passare il TTIP l’Europa direbbe addio a uno dei suoi più importanti principi: quello che garantisce il primato della salute dei cittadini sugli interessi aziendali. Si tratta di un vero e proprio spartiacque tra una politica sociale a tutela del cittadino e dell’ambiente e una poli…

READ MORE →
Lorenzin Galletti Martina
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaGlifosatoPoliticaSaluteSostenibilità

Rinnovo glifosato: Lorenzin, Martina, Galletti, da che parte state?

Ci sono due tipi di politici: quelli che si occupano dei cittadini e del bene comune e quelli che pensano ai propri interessi e agli affari di pochi. Il rischio è che oggi, come troppo spesso accade, a vincere siano i secondi. Oggi la Commissione europea ha convocato una riunione straordinaria del comitato fitosanitario permanente per decidere sul prolungamento dell’autorizzazione del glifosato, l’erbicida targato Monsanto più usato al mondo e pericolosissimo per la salute e per l’ambiente. Dopo diverse sedute e vari rinvii, la questione glifosato è diventata un caso: da una parte c’è chi si schiera in difesa della salute pubblica chiedendo che venga rispettato il principio di precauzione e che venga bloccato immediatamente il rinnovo del diserbante; dall…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAttività M5SEcologiaGlifosatoPoliticaSaluteSostenibilità

GLIFOSATO: l’Italia confermi il NO alla ri-autorizzazione

Oggi la riunione dei Ministri in vista del voto del 6 giugno in Europa sul rinnovo del glifosato. Oggi è il giorno in cui il Governo decide se lasciarsi alle spalle le pressioni industriali per portare la voce dei cittadini: STOP al GLIFOSATO Sarà all’altezza? Noi lo affermiamo a gran voce da tempo, all’unisono con i cittadini europei e le associazioni riunite nella sigla STOPGLIFOSATO, a fronte della sua presunta cancerogenicità (fonte Iarc) e degli altri rischi sanitari ad esso correlati. A ricordarci la sua presenza le evidenze scientifiche: l’indagine Ispra sullo stato delle acque ha recentemente dimostrato un’allarmante presenza dell’erbicida della Monsanto nelle acque superficiali. A ricordarcelo i nostri parlamentari europei, che si sono sottoposti ad un test delle urine per trovare tracce di glifosato e ne s…

READ MORE →
sms
AgricolturaAmbienteEcologiaSalute

Stop pesticidi, ma solo quando passa il Giro d’Italia

«Vista la presenza di turisti e tv anche dall’elicottero per il Giro d’Italia, si ricorda di non effettuare trattamenti fra le 14 e le 17 di oggi». È questo il testo del sms ricevuto dai frutticoltori soci di cooperative consorziate con Melinda, invitati a non accendere gli atomizzatori nelle ore riservate al passaggio del Giro. Il passaggio dei corridori in Val di Non non poteva evidentemente avvenire in una valle «annebbiata» dai pesticidi… che immagine avrebbe trasmesso? E’ incredibile che così tanta premura venga riservata a sportivi, giornalisti e tv mentre da anni tantissime persone chiedono di vivere in un ambiente più sano e vengono totalmente ignorate. Proprio in queste ore è stato pubblicato su Jama Neurology, uno studio americano secondo cui l’espos…

READ MORE →
AgricolturaAmbienteEcologiaOlio di palma insostenibilePoliticaSalute

L’olio di palma sbarca a Montecitorio: esperti ne chiedono messa al bando

La questione olio di palma ci riguarda tutti molto da vicino e soprattutto riguarda il futuro del nostro pianeta. L’olio di palma è un killer che distrugge tutto ciò che trova sul suo cammino: la nostra salute, gli animali, le foreste, l’ambiente dove vivono intere popolazioni costrette ad emigrare o a lavorare in condizioni di schiavitù. Ad alcune grandi aziende tutto questo non interessa. Aziende come Ferrero, Nestlé, Unilever, Unigrà, preferiscono difendere i loro enormi interessi nell’olio di palma piuttosto che tutelare i consumatori e l’ambiente. Perché? Perché l’olio di palma conviene. Essendo prodotto in gran parte in paesi come Malesia e Indonesia in cui la mancanza di leggi a tutela dell’ambiente e dei lavoratori l’olio di palma permette alle multinazionali di produrlo e compr…

READ MORE →
EFSA
AgricolturaAlimentazioneAmbienteOlio di palma insostenibile

10 COSE DA SAPERE SUL RAPPORTO DELL’EFSA SULL’OLIO DI PALMA

Il 3 maggio l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha decretato il  pericolo, soprattutto per le fasce più giovani di popolazione, dovuto alla presenza di  contaminanti cancerogeni e genotossici nell’olio di palma. Anche se il messaggio dell’Efsa è molto chiaro, come spesso accade quando quando in gioco ci sono soldi e interessi, media e politica latitano. E così, invece di prendere una posizione chiara contro una sostanza altamente pericolosa per la salute dei cittadini, cercano di tergiversare, sminuire l’allarme, limitare i danni che lobby e multinazionali del settore stanno subendo. E lo fanno, ovviamente, a discapito della salute pubblica. Noi, che da tempo combattiamo contro l’utilizzo dell’olio di palma, ci teniamo invece a fare chiarezza. Ecco quindi dieci punti insindacabili riguardanti questa sostanza. 1…

READ MORE →
glifogate
AgricolturaAlimentazioneAmbiente

GLIFOGATE: cosa non si fa per salvare le lobby

Proprio in questi giorni è previsto in Europa la decisione riguardo il rinnovo dell’autorizzazione alla commercializzazione dei prodotti contenenti glifosato, scaduta il 31 dicembre 2015. Un’autorizzazione che vale diversi miliardi di euro; circa un terzo dei 15 miliardi di dollari di fatturato annuo della Monsanto arriva direttamente nelle tasche della società grazie al glifosato, un elemento chiave per il business, anche perché, è bene ricordarlo, viene venduto insieme a sementi OGM ad esso resistenti, di cui la stessa Monsanto è la maggior produttrice. Questo è il valore del mercato che ruota intorno a questo pesticida, studiato per anni dallo IARC, l’agenzia con sede a Lione che ha come obiettivo la collaborazion…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteOlio di palma insostenibile

PALMA-LEAKS: TUTTI SAPEVANO, MA SOLO ORA SE NE PARLA

Ora che l’Efsa ha definitivamente messo in chiaro che le sostanze tossiche contenute nell’olio di palma e in tutti gli alimenti che lo contengono sono gravemente pericolose, cancerogene e genotossiche, anche se assunte in minime quantità, il castello di bugie a favore di questa sostanza sta crollando palesemente. E chi anche in Italia fino all’altro giorno non ha fatto altro che arroccarsi in difesa dell’olio di palma oggi non può far altro che abbassare i toni e chiedere aiuto alla Ministra per la Salute Beatrice Lorenzin affinché – invece di disporre l’immediato ritiro dal mercato di tutti i prodotti a rischio – rinvii alla Commissione europea ogni decisione sul da farsi. L’importante del resto è temporeggiare per non perdere ingenti guadagni… e chi se ne frega della salute! Salute che in questo caso è davvero a rischio! Soprattutto quella di bambini e adolescenti, …

READ MORE →
ttip, agricoltura
AgricolturaAlimentazioneAmbiente

TTIP, OGM E (NON) FUTURO DELL’AGRICOLTURA

Firmare il TTIP significa aprire le porte a un trattato che devasterà la nostra terra e spazzerà via la nostra sovranità alimentare. Significa abbracciare l’idea americana per cui la natura e l’ambiente non sono altro che un ostacolo alla produttività e un mezzo per le multinazionali di perseguire i propri guadagni. Un’idea che si è visto dove conduce: desertificazione, popoli affamati, land grabbing, pesticidi, sprechi di cereali per gli allevamenti intensivi, Ogm, malattie legate al cibo, perdita della sovranità alimentare, biodiversità a rischio, salinizzazione, scomparsa delle api, distruzione dei metabolismi naturali delle terre coltivabili… E si potrebbe andare avanti. Perché è soprattutto dal metodo di produzione del cibo che derivano i grandi problemi che la società attuale deve affrontare: la tutela dell’ambiente, d…

READ MORE →
glifosato
AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climaticoGlifosatoSaluteSostenibilità

Allarme glifosato: è ovunque e Ue pensa a rinnovo

In Europa persegue a porte chiuse il tentativo di legittimare il glifosato per altri dieci anni. Si tratterebbe di un fatto gravissimo che stiamo già pagando più caro di quel che pensiamo. Perché? Perché da sempre più studi risulta che questa sostanza, estremamente tossica e pericolosa, è ormai presente ovunque: dalle birra tedesche alle urine della maggior parte dei cittadini, dal latte materno delle donne statunitensi a molti prodotti alimentari che troviamo ogni giorno sulle nostre tavole. Basti pensare che secondo un’analisi del Salvagente, condotta su 100 alimenti a base di cereali, vi sono tracce di glifosato in molti tipi di pasta, fette biscottate, corn flakes e farina. E secondo quanto riporta l’edizione 2016 del

READ MORE →
OLIO DI PALMA
AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climatico

Olio di palma, biocarburante (insostenibile)

Ebbene si…il famoso olio di palma che troviamo nelle merendine, nei biscotti, nei cosmetici, nei detergenti…. è anche nelle nostre macchine! Indossando la maschera della Green Economy, le più importanti aziende petrolifere sono riuscite a far passare l’idea di produrre carburanti più puliti, a partire dall’olio di palma. Peccato che per produrli stiamo distruggendo le foreste tropicali e aumentando le emissioni di Co2 (che derivano per il 18% dalla deforestazione). Per ottenere 1 tonnellata di olio di palma vengono prodotte dalle 10 alle 30 tonnellate di CO2. Senza considerare la gran quantità di combustibili fossili usati per i macchinari, per arare e seminare i campi, applicare fertilizzanti e pesticidi, raccogliere, trasportare, immagaz…

READ MORE →
Italia ultima per prevenzione, cala aspettativa di vita
AgricolturaAlimentazioneSalute

Italia ultima per prevenzione, cala aspettativa vita

L’Italia si piazza fra gli ultimi paesi in Europa in spesa per prevenzione. E così ci ritroviamo un paese con sempre più anziani, sempre più malati e sempre meno aspettativa di vita. I dati, che arrivano dal Rapporto Osserva Salute 2015 sul benessere e sulla qualità dell’assistenza medica nelle diverse Regioni, mostrano un quadro davvero preoccupante: è la prima volta che l’aspettativa di vita diminuisce. Nel 2015 la speranza di vita era di 80,1 anni …

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbientePolitica

Esche avvelenate: ministro non rinnova divieto

Dopo la soppressione del Corpo Forestale dello Stato, dopo il complice silenzio sulla deregolamentazione regionale venatoria che strizza l’occhio alla lobby delle doppiette, dopo attentati ai selvatici sul pelo dell’estinzione, come lupi e orsi, dopo aver fatto contente le lobby del glifosato e del petrolio in barba ai gravi rischi per gli ecosistemi, dopo un grottesco tentativo di contraddire i moniti dell’O.M.S. sui rischi dell’abuso di carne, ecco un altro episodio della saga Governo VS Natura. Fregandosene degli innumerevoli episodi di avvelenamento di animali domestici e selvatici, il Ministero della Salute si è “scordato” di prorogare l’unica norma che contrasta questo tipo di crimine. L’Ordinanza del 10/02/2012 “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati

READ MORE →
Berta Caceres
AgricolturaAmbienteCambiamento Climatico

Mille ambientalisti uccisi in dieci anni

In un mondo in cui interessi economici e multinazionali la fanno da padrone lottare per la terra, gli animali e il bene comune è un affare davvero rischioso. Secondo l’organizzazione internazionale non governativa Global Witness, ogni settimana almeno due persone vengono uccise per aver preso una posizione contro la distruzione dell’ambiente. Alcuni sono uccisi dalla polizia durante le proteste, altri ucciso da sicari. Mentre le aziende vanno alla ricerca di nuove terre da sfruttare, sempre più persone stanno pagando il prezzo più alto: la loro vita. L’Honduras è il paese più pericoloso per questi attivisti, con il più alto numero di omicidi pro capite per la difesa dell’ambiente negli ultimi cinque anni. Gli Honduregni hanno visto la morte di 111 attivisti ambientali dal 2012 al 2014. Nel conflitto nella Valle di Aguán del Bajo hanno perso la vita 93 contadini fino al 2013, che avevano …

READ MORE →
glifosato
AgricolturaAlimentazioneAmbienteGlifosatoSaluteSostenibilità

Glifosato, Ue e Pd dicono Sì per altri 7 anni

Alla faccia del principio di precauzione! Alla faccia della salute pubblica! Ancora una volta l’Europarlamento (grazie anche all’appoggio del Pd) decide di fare gli interessi delle lobby e dice sì alla proroga per altri sette anni del glifosato. Con buona pace degli effetti che ormai sono sotto gli occhi di tutti e del giudizio stilato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha definito il glifosato come probabilmente cancerogeno, l’erbicida più usato al mondo, che garantisce alla Monsanto oltre i 5 miliardi l’anno, continuerà a essere spruzzato sui nostri terreni. Lo ha deciso ieri l’Europarlamento con una risoluzione che, anche se non vincolante, metterà a tacere qualsiasi opposizione al momento del voto di maggio. La Commissione europea non aspettava altro! Già a

READ MORE →
Alessandro Cecchi Paone
AgricolturaAmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaSalute

LETTERA APERTA A CECCHI PAONE

Gentile Alessandro Cecchi Pavone, è in corso in questi giorni un vivo dibattito sui media nazionali riguardo la scelta vegana a cui anche lei ha avuto modo di partecipare. Un dibattito acceso ma, purtroppo, di scarsa profondità e valore nella maggior parte dei casi.  Mi rivolgo a lei, divulgatore e giornalista anche in ambito ambientale, affinché questo dibattito possa essere riportato a dati scientifici e non al tifo da stadio e/o a sbeffeggiamenti vari. Malgrado il tenore di certi programmi e il livello di alcuni discorsi, l’argomento è infatti molto serio riguardando molto da vicino la nostra salute, il futuro del nostro pianeta e l’esistenza stessa della nostra specie. Proprio per questo non credo possa essere affrontato con il (voluto?) pressappochismo di chi scade nel paragonare capre a bambini come è accaduto di recente in un dibattito televisivo a

READ MORE →
Dieta vegana
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaPoliticaSalute

Dieta vegana: 8 milioni di morti in meno entro il 2050

Grazie alla dieta vegana 8 milioni di morti in meno all’anno entro il 2050.  La stima arriva da uno studio della Oxford university che afferma che modificando le abitudini alimentari si potrebbero evitare milioni di decessi, con effetti di rilievo anche su costi sanitari, taglio delle emissioni e vantaggi per l’ambiente. Queste le parole del dott. Marco Springmann: Diete non bilanciate, come le diete povere di frutta e verdura e ricche di carni rosse e carni lavorate sono responsabili della più grande emergenza sanitaria globale… sono anche responsabili per più di un quarto di tutte le emissioni di gas serra. A favore di una dieta vegetale si schierano anche i ricercatori della Martin Oxford School che, in uno studio che mette a confronto quattro tipologie di diete alimentari. Secondo gli autori le diete sbilanciate, con un consumo eccessivo di carne, sono responsa…

READ MORE →
Mele con pesticidi
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAzioni discusse con i cittadini

Mele trentine, buone da morire

Una mela al giorno toglie il medico di torno. Ma anche no. Soprattutto se la mela in questione arriva dal Trenitno e se il frutteto ce l’hai come vicino di casa. Secondo un recente studio relativo ai danni al Dna dovuti all’esposizione cronica ai pesticidi, curato dai ricercatori Renata Alleva dell’Irccs Rizzoli di Bologna e Marco Tomasetti dell’Università delle Marche, i residenti della Valle di Non professionalmente non esposti all’uso dei pesticidi (ossia non frutticoltori), risentirebbero comunque e in maniera grave dell’utilizzo dei pesticidi nei campi della zona. Lo studio, presentato durante il convegno «Ambiente è salute: esposizione cronica a pesticidi e Dna umano» organizzato dal Comitato per il diritto alla salute, è stato condotto sui residenti della Val di Non quotidianamente a contatto con i pesticidi. I dati – raccolti in tre d…

READ MORE →
Agnellini
AgricolturaAlimentazioneAmbiente

Buona Pasqua Veg, perché non c’è festa se c’è sofferenza

Le immagini dei macelli sono una cosa rara da vedere in televisione. Ancor più quelli che mostrano l’uccisione dei cuccioli. Il servizio de La Gabbia ha mostrato invece la realtà, nuda e cruda, di migliaia di agnelli, dando una possibilità di scelta consapevole a migliaia di italiani. Il filmato choc, tratto dalle investigazioni di Animal Equality, mostra la quotidiana realtà dei macelli italiani. In particolare, nella puntata in questione, il focus è su agnelli e capretti, in quanto, nel periodo pre-pasquale, ne vengono uccisi quasi 2 milione. Di solito io parlo di alimentazione sostenibile ecologicamente, di alimentazione sana e in grado di soddisfare il fabbisogno della popolazione in crescita, fornendo dati scientifici e numeri. Ma certe immagini, come quelle mostrate da La Gabbia, vanno dritte al

READ MORE →
glifosato
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaGlifosatoPoliticaSaluteSostenibilità

Glifosato: studio shock, 99 per cento dei tedeschi presenta residui

Mentre l’Unione Europea ha deciso di temporeggiare fino a maggio ad esprimersi sul glifosato (forse per raccattare i voti che mancavano per autorizzarne l’utilizzo per altri quindici anni), in Germania è stato pubblicato uno studio davvero agghiacciante che denuncia come il glifosato sia ormai presente ovunque e in chiunque, con gli immani rischi che ne seguono. Il 99,6 per cento dei tedeschi presenta residui di glifosato nelle urine e il 75 per cento di queste presenta una concentrazione almeno cinque volte superiore ai limiti consentiti. Un dato allarmante soprattutto se si considera che le contaminazioni più elevate sono state registrate nei bambini di età compresa tra gli 0 e i 9 anni e nei giovani tra i 10 e i 19 anni. Lo studio è stato condotto dalla Fondazione Heinrich Böll

READ MORE →