Alimentazionecambiamento climaticoEcologiaIomangiosostenibileMinipost

Alimentazione sostenibile e acqua

L’acqua è cruciale per la sicurezza alimentare. Non possiamo permetterci stili di vita a elevato consumo idrico. Per questo, ‪#‎iomangiosostenibile‬. L’allevare animali consuma enormi quantità di acqua sia per l’agricoltura necessaria alla coltivazione di cereali e legumi per i mangimi sia per le varie fasi dei processi produttivi. In media, un kg di manzo consuma 16.726 litri di acqua, mentre 5.469 litri sono necessari per un kg di maiale. Una alimentazione basata su soli alimenti vegetali, in un solo giorno, può far risparmiare mediamente 4.164 litri di acqua.

READ MORE →
AgricolturaEcologiaEconomiaLavoroTutela del territorio

EVA, nuovi modelli di società

A Pescomaggiore, alle porte de L’Aquila, sorge l’Eco-Villaggio Autocostruito (EVA). Lì, un gruppo di ragazze e ragazzi da qualche anno sta affrontando energicamente non solo la crisi, ma anche l’eventualità di doversene andare in seguito al terremoto di quel terribile 6 aprile 2009 che ha lasciato senza casa anche alcuni di loro. In Abruzzo si attende ormai da lungo tempo la ricostruzione, ma le risorse mancano e la speculazione regna sovrana. È per questo che alcune persone hanno deciso di riprendersi in mano il proprio futuro, ristabilendo una relazione virtuosa con il territorio e reinventando il concetto di casa. Nasce così l’eco-villaggio di case di paglia. La manodopera ce la mettono i cittadini, i materiali ce li mette il territorio, grazie alle risorse vegetali dei campi di cui dispone. Pochi ingredienti per dare luogo a un esempio umano e civico senza precedenti. Cittadini che si auto-costruiscono delle a…

READ MORE →
AmbienteEcologiaRifiutiTutela del mare

Un mare da salvare

Avrete già sentito parlare del Pacific Trash Vortex, l’enorme massa di rifiuti di plastica che si è raggruppata nell’Oceano Pacifico. Si tratta di decine di milioni di tonnellate di detriti che galleggiano tra le coste giapponesi e quelle degli Usa. Le sue dimensioni, secondo alcuni studiosi, hanno ormai raggiunto “livelli allarmanti”: addirittura il doppio di quella degli Stati Uniti. Non si tratta di una vera e propria isola di plastica, come si tende a pensare, ma di una enorme distesa di frammenti, dalla densità simile a quella di un cucchiaio di confetti di plastica sparsi su un campo di calcio. Fra i rimedi consigliati dagli esperti, spicca la necessità di abbandonare globalmente i sacchetti di plastica usa e getta. Una scelta già fatta dall’Italia, che adesso tutta l’Europa vuole imitare. La situazione, però, non è migliore nel Mediterraneo, dove sacchetti e rifiuti vari stanno letteralmente soffocando l’ambiente marino. Fra Italia, Spagna…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoEcologiaEconomiaEnergiaPoliticaSalute

La Norvegia sceglie l’ambiente?

Secondo il Fondo sovrano norvegese, i problemi legati a deforestazione, emissioni di CO2 e cattiva gestione delle risorse idriche hanno più importanza dei vantaggi ottenibili continuando a possedere azioni delle compagnie che li provocano. Lo ha fatto presente il Fondo stesso attraverso un rapporto, in cui viene spiegato come stia modificando i suoi investimenti. Obiettivo? Ridurre l’impatto ambientale e sociale dei propri investimenti, nonché i rischi provocati dal cambiamento climatico che ne conseguono. Il Fondo sovrano norvegese, il cui valore supera i 750 miliardi di euro, è il fondo per investimenti a controllo statale più grande del mondo. E il più all’avanguardia: nel 2014, infatti, ha venduto le azioni di 49 compagnie a rischio dal punto di vista ambientale. “Abbiamo gradualmente aumentato la portata del disinvestimento sulla base del grado di rischio dell…

READ MORE →
AlimentazioneAmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaPolitica

Così uccidiamo i mari!

Riserve ittiche svuotate del 90 percento in soli 60 anni e collasso di tutte le specie pescabili entro i prossimi 30. Sono solo due degli effetti devastanti che la nostra dieta da una parte e la sete di profitto dall’altra hanno provocato nei mari di tutto il pianeta. L’inattività legislativa, la quasi assenza (in percentuale rispetto alle dimensioni degli oceani) di aree marine protette e il mancato rispetto delle poche regole esistenti potrebbe infatti risultare irreparabile già entro la metà di questo secolo. L’allarme è stato lanciato da diverse associazioni ambientaliste, come Greenpeace, Wwf e Oceana, anche se non sembra interessare a molti. E le Istituzioni? In Italia, silenzio quasi totale, come al solito. In Europa, un timido passo in avanti. Dal primo gennaio di quest’anno, infatti, nelle acque di tutta l’Ue è stata vietata l’assurda pratica con cui s…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climaticoEcologiaEconomiaEnergiaEventiLavoroPoliticaTTIP

Contro il TTIP, partecipiamo numerosi!

Abbiamo parlato più volte del TTIP, anche perché se ci aspettiamo che lo facciano i media di regime stiamo freschi. Ma cosa succederebbe se questi accordi bilaterali fra Usa e Ue (portati avanti spesso in gran segreto) venissero veramente approvati? In pratica, l’ambiente verrebbe ulteriormente devastato e i diritti dei cittadini europei, ottenuti con decenni di lotte e sacrifici delle generazioni passate, verrebbero definitivamente calpestati. Il tutto in nome del più becero business, ovviamente. Sì, perché i signori seduti in Commissione europea stanno facendo di tutto affinché questa porcheria passi, ripetendo di continuo che questa ennesima, vergognosa genuflessione nei confronti dei padroni d’Oltreoceano porterà prosperità e lavoro, invece che i ricchi ad essere sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri e le multinazionali nordamericane a controllare di fatto il Parlamento europeo (di cui peraltro ci si…

READ MORE →
cambiamento_climatico_mappe
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologia

Cambiamento climatico: pronti a ridisegnare le mappe?

Il cambiamento climatico ha iniziato a disegnare nuove carte geografiche, e il nostro pianeta potrebbe assumere un aspetto diverso da quello che conosciamo. Infatti, se nell’oceano Pacifico è prossima la sparizione di interi arcipelaghi, in altre parti del globo si assiste al fenomeno inverso: la comparsa di nuove isole. Come Uunartoq Qeqertoq, che in lingua Inuit significa “isola del riscaldamento”, a circa 650 km a nord del Circolo Polare Artico. Comparsa pochi anni fa e ufficialmente inserita nelle mappe nel 2011, questa nuova isola è emersa dalle acque a causa dello scioglimento di importanti porzioni dei ghiacci della Groenlandia. Un “chiaro segnale dell’impatto del cambiamento climatico sulla calotta polare”, secondo il National Snow and Ice Data Center statunitense (Nsidc). Ma mentre nel circolo polare artico emergono nuove terre, nei prossimi trent’anni gli oltre centomila abitanti dello Stato in…

READ MORE →
radioattività porta sviluppo
AmbienteEcologiaEnergiaRifiutiScorie nucleari

Radioattività porta sviluppo?

Radioattività porta sviluppo? Quello della radioattività è un problema enorme che sta creando non pochi problemi su tutto il pianeta. Ultima grande catastrofe planetaria in ordine di tempo è stata quella giapponese di Fukushima, ma quella rappresenta solo la punta dell’iceberg, e non è che una piccola porzione del problema che le radiazioni hanno creato, stanno creando e ancora per migliaia di anni creeranno nel mondo. Anche in Italia, nonostante la clamorosa vittoria nel giugno 2011 di coloro che hanno votato ai referendum contro il rilancio nucleare, c’è tutta una serie di pericoli a cui la popolazione del Belpaese, spesso inconsapevolmente, è esposta proprio a causa della radioattività. Le centrali nucleari dismesse, i depositi (improvvisati) di rifiuti radioattivi, le basi americane in cui sono depositate dozzine di testate nucleari, i poligoni Interforze dell’Aeronautica Militare concentrati in Sardegna…

READ MORE →
nucleareISIN
AmbienteEcologiaEnergiaScorie nucleari

Nucleare ISIN, nuove promesse da marinai

Nucleare ISIN, nuove promesse da marinai? La risposta è sì e vi spiego perché. L‘Italia, anche dopo avere scelto per ben due volte (1987 e 2011) di non costruire più centrali nucleari sul proprio territorio, è ben lungi dal non esporre i suoi cittadini ai rischi legati alla radioattività. La gestione e il trasporto delle scorie radioattive generate in passato, così come la presenza di ordigni atomici (stranieri) sul proprio territorio, espone infatti i cittadini a una serie di pericoli evitabili. In una società dominata dalla spettacolarizzazione degli eventi e tenuta in ostaggio dalla convinzione che i rischi che si corrono siano solo quelli di cui si parla in tv, è molto difficile credere che i danni alla salute, in un Paese denuclearizzato come il nostro, possano essere legati ai rifiuti radioattivi. M…

READ MORE →
troppa co2
AmbienteEcologiaEnergia

Troppa CO2 in atmosfera ci costerà cara

I leader politici di tutto il mondo, adesso persino quelli cinesi e americani, a sentirli parlare sembrano tutti d’accordo: l’aumento medio della temperatura globale causato dalle emissioni di gas serra non deve superare i 2°C al di sopra della temperatura media globale dell’era pre-industriale. Oltre quell’aumento di temperatura, infatti, il mondo per come lo conosciamo non potrebbe più esistere, perché tutti gli ecosistemi verrebbero scossi alla base, e le carte geografiche andrebbero ridisegnate. Tutti d’accordo, però, anche nel non fare seguire delle azioni concrete a queste belle parole. È stato stimato che per avere anche solo la metà delle possibilità di mantenere il riscaldamento globale al di sotto dei 2° C per tutto il ventunesimo secolo, le emissioni cumulative di carbonio tra il 2011 e il 2050 dovrebbero essere limitate a circa 1.100 miliardi di tonnellate. Le emissioni di gas serra,…

READ MORE →
carlo rubbia
AmbienteEcologiaEnergia

Carlo Rubbia, nemico del clima

Il premio Nobel e neosenatore a vita Carlo Rubbia, per cui i cambiamenti climatici in corso sembrano solo un’illusione da anime belle, ritiene molto competitivo lo sfruttamento di gas naturale. Tanto da portare gli Stati Uniti come esempio virtuoso a livello globale, sia in termini di riduzione dei costi che di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Che gli Usa non siano un modello positivo per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico è una cosa che diamo per scontata. Per quanto riguarda l’abuso di gas che si è fatto laggiù, sono addirittura un milione e mezzo gli scienziati che hanno allertato l’amministrazione Obama sul fatto che lo shale gas possa avere livelli di emissioni climalteranti molto superiori a quelle previste (senza parlare dei consumi e dell’inquinamento delle acque). Che gli Usa non siano da …

READ MORE →
riciclo acqua
AmbienteEcologiaEnergia

Riciclo acqua sporca. Ok ma…

Riciclo acqua sporca, ma più sporca che non si può. Può funzionare e si chiama in varie parti del mondo “Toilets to tap”: a Singapore si ricicla anche l’acqua del WC! La fede umana nella tecnologia è comprensibile, ma cieca. Negli ultimi anni, se ci pensiamo, ha superato il limite del buonsenso. Prendiamo l’energia: si discute su quali nuove incredibili invenzioni possano darcene di più a minor prezzo, ma non si parla quasi mai di come iniziare a consumarne (e sprecarne) meno. Lo stesso vale per i rifiuti: come fare per smaltirli più velocemente, inquinando meno? Bene, ma perché non ci chiediamo ogni tanto come fare per non produrne più, evitando così baggianate come la “termovalorizzazione”? Di tutte le invenzioni più assurde, però, ce n’è una che mostra meglio come l’uomo sia disposto a spendere quantità enormi di risorse e di tempo per porre rimedio ai problemi che…

READ MORE →
Dio e la terra secondo Wolfangangfoto
AmbienteEcologia

E di veleni saziami

E’ nauseante quello che sono in grado di fare…. Per anni hanno farcito le nostre terre di rifiuti tossici e cancerogeni. Avvelenato terra, acqua ed aria e condannato uomini, donne e bambini ad una vita di sofferenza e malattia. Pensiamo alle tante “terre dei fuochi” e dei veleni di questo paese. Ancora da scoprire o già scoperte e trasformate in siti da bonificare….. per la gioia ed il guadagno di chi potrà anche lucrarci sopra  grazie alle semplificazioni e alle deroghe del DL 91 di questo governo (leggi qui). Ma la frontiera è da tempo cambiata per chi ha a cuore solo il proprio tornaconto… Le nuove aree avvelenate sono i porti del Senegal, del Corno d’Africa, dell’Europa dell’Est (Romania, Bulgaria, Ucraina) o della Turchia o ancora della Cina. …

READ MORE →
Lunga vita su due ruote
Attività M5SEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOSalute

Lunga vita su due ruote

Appena nati non sappiamo stare in piedi, ma da subito i movimenti del nostro corpo sono il mezzo che ci permette di incontrare il mondo circostante e le persone che abbiamo intorno. Dopo alcuni mesi, i primi passi nel mondo rappresentano un’esperienza fondamentale dell’apprendere e, al tempo stesso, si spera nella maggior parte dei casi, esprimono tutta la gioia dell’incontro con ciò che iniziamo a conoscere magari per la prima volta.

READ MORE →