AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climaticoEconomiaSalute

Agricoltura del domani: le alternative concrete per coltivare il futuro

L’agricoltura sta vivendo un momento particolarmente difficile e complesso: anni di crisi che hanno messo in ginocchio il settore, ai quali ora si aggiunge anche il cambiamento climatico. In Europa, nel 2016, le aziende agricole hanno perso in media 14 punti percentuali di reddito. E le aziende italiane non sono da meno, in particolar modo quelle meridionali che rappresentano, con una perdita del 30%, il fanalino di coda di questa classifica. Un’agricoltura schiacciata dagli alti costi produzione in crescita anche a causa di un modello di produzione fragile e eccessivamente dipendente dalla chimica. Alti costi di produzione che si traducono in bassi ricavi per gli agricoltori, esposti ad una spietata competizione internazionale alimentata dai trattati di libero scambio -TTIP, CETA-, che vanno nella direzione opposta alla tutela della qualità e delle …

READ MORE →
AmbienteCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaFuturo SÌ Futuro NOMobilità sostenibile

Emergenza smog: auto paleolitiche e leggi assassine, così si perde la salute pubblica

Il mercato italiano dell’auto continua a crescere. Secondo i dati il 2016 si è aperto con un risultato degno di nota di 155.157 vetture vendute solo a gennaio. Il 17,44% in più dello stesso mese del 2015. Ma siamo sicuri ci sia da esultare? Forse dovremmo prima chiederci di che auto stiamo parlando. I dati sulle immatricolazioni ci ricordano, infatti, quanto queste nuove auto siano lontane anni luce da una produzione attenta all’impatto ambientale. Del totale delle auto vendute solo il 2,2% sono ibride o elettriche. Anche le immatricolazioni di macchine a metano sono scese del 27,4% e quelle a GPL del 27,8%. Mentre continuano a salire le vendite di Jeep, di Jaguar (+558% con 250 veicoli venduti) e di Volkswagen, che incredibilment…

READ MORE →
AmbienteAttività M5SEcologiaEconomiaEnergiaTutela del mareTutela del suoloTutela del territorio

L’Italia è una bomba atomica, Ue interverrà

E’ gravissimo e niente affatto rassicurante il valzer di annunci e smentite in merito alla pericolosità di fughe radioattive nelle acque superficiali vicine al deposito di scorie nucleari di Saluggia, comune della provincia di Vercelli dove si concentrano la maggior parte dei rifiuti radioattivi. Pochi giorni la Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, in Piemonte per una visita ispettiva, ha reso nota una contaminazione radioattiva della falda superficiale. Sebbene la Sogin, società incaricata dello smantellamento dell’eredità nucleare, si sia affrettata a smentire la correlazione con l’impianto Eurex, addossandola al vicino impianto di Sorin. Insomma, cambia la sigla ma non il pericolo per i cittadini. Come riporta un articolo de La Stampa del 25 gennaio, l’anomalia del resto non è isolata: durante l’estat…

READ MORE →
EconomiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NO

Tremiti: Governo svende paradiso naturale a 2000 euro

Non si può restare impassibili di fronte a un Governo che ancora una volta antepone gli interessi delle lobby industriali al bene comune. Il caso delle isole Tremiti è emblematico del modo di procedere di questo Governo: l’autorizzazione di trivellare data alla Petroceltic è uno scandalo che va assolutamente fermato. Per più di un motivo. Intanto l’autorizzazione è stata concessa con una tempistica quantomeno imbarazzante: esattamente 24 ore prima del varo della legge di Stabilità che fissa norme più stringenti per le società petrolifere. Poi per la società in questione: la Petroceltic Italia srl, società sull’orlo del fallimento, una liquidità che, secondo alcuni esperti, finirà entro questo mese e i cui trascorsi finanziari sarebbero quanto meno discutibili e segnati da ombre, come ad esempio il trasferimento illegale di fondi. Per il canone che riscuoterà l…

READ MORE →
AmbienteAttività M5Scambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOLavoroMobilità sostenibileRisparmio energeticoTutela del territorio

Telelavoro: salvare l’ambiente lavorando da casa

“Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita”. Questa frase di Confucio sta a dimostrare come da sempre un lavoro piacevole sia ritenuto fondamentale per una buona qualità della vita. Credere in ciò che si fa e amare il proprio lavoro sono prerequisiti fondamentali per aiutarci a sopportare la fatica di una vita stressante e con ritmi frenetici. Tuttavia, dando per scontato di aver avuto la possibilità di svolgere il lavoro desiderato, la motivazione e la passione si scontrano spesso con le modalità e le condizioni del lavoro. Lo ‘stress lavoro correlato’, come dimostrano anche recenti ricerche, è una condizione che interessa in Europa circa un lavoratore su quattro, circa 40 milioni di lavoratori, con conseguenze pesanti per la vita personale e lavorativa. Oltre a tutte le implicazioni sulla qualità della vita e il benessere individuale, gli effetti dello s…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOPoliticaRisparmio energetico

Rinnovabili: Italia solo 27ª

Se c’è una cosa che sta emergendo con estrema chiarezza in questi giorni alla COP21 di Parigi è la necessità di dovere passare al più presto ad un sistema energetico basato sulle rinnovabili. Se così non sarà, infatti, la già insufficiente soglia dei 2 gradi centigradi entro cui contenere il riscaldamento globale sarà ben più che superata, con tutti gli effetti nefasti di cui abbiamo più volte parlato su questo blog. Ma a quanto pare il lavoro da fare è ancora molto, anche in Italia, affinché la transizione energetica possa diventare realtà. Secondo uno studio della Stanford University, il mondo industrializzato (e non solo quello) è completamente dipendente dalle fonti fossili. Si chiamano Mark Jacobson e Mark Delucchi, e sono due ricercatori dell’Università di Stanford, ne…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaEconomiaFuturo SÌ Futuro NO

Alternative al PIL

“Il Benessere di una nazione non può essere facilmente desunto da un indice del reddito nazionale”. Questa affermazione non è di qualche seguace della decrescita, ma di Simon Kuznets, l’inventore del Prodotto Interno Lordo (PIL). Del resto, chi meglio di lui poteva conoscere i limiti di un parametro come quello da lui creato, a partire appunto dalla sua capacità di misurare il benessere dei popoli o delle persone? Eppure, l’economista statunitense di origine bielorussa vinse nel 1971 il Nobel per l’economia proprio per “la sua interpretazione, empiricamente fondata, della crescita economica, che ha portato ad una nuova e più approfondita analisi della struttura sociale ed economica e del suo processo di sviluppo”. E la sua creatura domina ancora oggi le decisioni di politica economica in quasi ogni angolo del pianeta. Con conseguenze devastanti per la società, l’ambiente e, paradossalmente, per la stessa economia. L…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAttività M5SEcologiaEconomiaMozioniPoliticaTutela del suoloTutela del territorio

M5S da sempre contro il falso riso biologico

Qualche giorno fa, la Guardia di Finanza di Vercelli ha scoperto una frode commessa da alcuni agricoltori che, utilizzando diserbanti non ammessi nell’agricoltura bio, avrebbero aumentato le loro rese. Il riso biologico, infatti, proprio per il minore impiego di sostanze tossiche e quindi la minore produttività delle sue colture, ha costi sul mercato anche del triplo rispetto a quello convenzionale. Contro il falso riso biologico, quindi, si deve compiere un atto di seria e determinata presa di posizione. Il M5S si è sempre interessato al problema. E’ infatti di alcuni mesi fa l’attento monito lanciato in merito alle possibili frodi che si nascondevano dietro a questo sistema che, a volte, appare poco trasparente e di difficile verifica per i non addetti ai lavori. In seguito alle indagini della Guardia di Finanza, nel giro di pochi mesi si è giunti a ben sei denunce…

READ MORE →
riso italiano
AgricolturaAlimentazioneEconomiaInfo-parlamentoInterventi in aulaIomangiosostenibileLavoroMobilità sostenibileMozioniPoliticaTutela del territorio

Mozione M5S per la tutela del riso italiano

Il Movimento 5 Stelle prosegue nella lotta per la difesa dell’economia italiana, tutelando filiera e indotto della produzione di riso nostrana. In particolare, dopo una risoluzione della scorsa estate, lo fa con una mozione alla Camera dei deputati che impegna il governo ad adottare precise misure per tutelare la produzione risicola locale contro le importazioni selvagge dai paesi in via di sviluppo. Arrivando io dal vercellese, zona risicola per eccellenza, sono lieto di essere fra i firmatari di questa mozione. Come portavoce di una comunità legata da molti secoli alla produzione del riso e allo sviluppo delle sue varietà che oggi abbiamo in Italia, ho seguito con attenzione e fortemente voluto la presentazione di questo documento. Il testo impegna il governo in alcune azioni pratiche al fi…

READ MORE →
addio alle fonti fossili
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergia

Presto diremo addio alle fonti fossili

Manca meno di un mese alla Conferenza sul clima COP21 di Parigi, e gli esiti di questo importante (e si spera non inutile) evento sono tutt’altro che scontati. Se però restano forti dubbi sulla volontà politica di alcuni “grandi” decisori del pianeta di arginare il fenomeno del cambiamento climatico, buone notizie arrivano invece dal mondo delle energie alternative. Che, grazie al boom delle rinnovabili e ad alcune scommesse sbagliate dei colossi petroliferi, porteranno presto le fonti combustibili fossili ad essere solo un brutto e sporco ricordo. Partiamo dalla notizia più interessante: in Germania (che si sta pure definitivamente liberando del nucleare) e nel Regno Unito, l’energia prodotta da fonte eolica è diventata la più economica in assoluto. E questo senza nemmen…

READ MORE →
Expo è finita. Ora contiamo i danni!
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEconomiaEventiFuturo SÌ Futuro NOTutela del suoloTutela del territorio

Expo è finita. Ora contiamo i danni!

Sabato scorso è finito il baraccone di Expo, un non senso di cementificazione e sperpero di denaro pubblico con cui, adesso, si dovranno finalmente fare i conti. Ne è valsa la pena, considerando i miliardi di euro (nostri) buttati, i conflitti di interesse già nella vendita dei terreni, le bonifiche, gli sprechi di terreni e di acqua destinati all’agricoltura e un bilancio economico ancora da definire? Si vedrà. Si sono spesi circa 40 euro a persona, per entrare negli ettari cementati. Terreni che si è pure scoperto essere inquinati, ma solo dopo averli comprati a peso d’oro: aree destinate ai vialoni con i vari padiglioni. Tutto lì a fare la muffa, adesso, dopo che lo si è pagato la modica cifra di circa

READ MORE →
Mele al veleno
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAttività M5SEcologiaEconomiaIomangiosostenibileLavoroMozioniPoliticaSaluteTutela del suoloTutela del territorio

Mele al veleno: urge nuova politica agricola

Greenpeace ha pubblicato in questi giorni i risultati di un’analisi sulle mele acquistate nei supermercati di 11 Paesi europei, Italia compresa. I risultati hanno a dir poco dell’incredibile: mentre i test sulle mele biologiche non hanno evidenziato tracce di pesticidi, addirittura l’83 per cento delle mele prodotte in modo convenzionale sono risultate contaminate da residui di pesticidi, e nel 60 per cento di questi campioni sono state trovate due o più sostanze chimiche. La situazione è grave, perché se è così per le mele possiamo dedurre che sia così per i molti altri alimenti che portiamo in tavola. Secondo la ricerca di Greenpeace, eseguita in un laboratorio indipendente tedesco usando una tecnica analitica “multi…

READ MORE →
L’olio di palma sbarca a Montecitorio
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAttività M5Scambiamento climaticoDirittiEcologiaEconomiaEventiIomangiosostenibileM5S News in evidenzaPoliticaSaluteTutela del suoloTutela del territorio

L’olio di palma sbarca a Montecitorio

Un paio di giorni fa, a Montecitorio, la lobby dell’olio di palma ha potuto esprimere al meglio le sue ragioni. Senza l’ombra di un contraddittorio, e grazie a un gruppo di relatori dalle ineccepibili competenze in materia ambientale, questo evento imbarazzante (e imbarazzato) ha messo probabilmente la parola fine sulla possibilità di prendere sul serio i discorsi a favore dell’uso e abuso di olio di palma a cui stiamo assistendo. A fare un’analisi tanto precisa quanto impietosa di questa autorevole conferenza, organizzata da alcuni esponenti di Scelta Civica e Nuovo Centro Destra, ci ha pensato sul suo blog Roberto Cazzolla Gatti

READ MORE →
AgricolturaAmbienteAttività M5SDirittiEcologiaEconomiaEnergiaLavoroPoliticaTTIPTutela del territorio

Tutta Europa contro il TTIP

La settimana contro il TTIP sta procedendo al meglio in tutta Europa. Partita sabato scorso con una manifestazione che solo a Berlino ha portato in piazza oltre 250mila persone (vedi foto), la mobilitazione internazionale per dire NO a questo assurdo trattato contro l’ambiente e i diritti umani sta vedendo il proliferare di iniziative che, in tutto il vecchio continente, protestano contro ciò che potrebbe cambiare per sempre le nostre vite. In peggio, ovviamente. Come ricorda Huffington Post, in Italia questa importante battaglia è portata avanti soprattutto dal Movimento 5 Stelle. Per non parlare di giornali e telegiornali: avete mai visto un servizio serio sul TTIP sul TG delle 20:00, o sulla

READ MORE →
sistema auto_marcio
AmbienteAttività M5Scambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergiaM5S News in evidenzaMobilità sostenibileMozioniPoliticaProposte Di LeggeSalute

Il sistema dell’auto è TUTTO marcio

Non è solo la ‪Volkswagen ad avere falsificato i dati sulle emissioni inquinanti delle sue automobili! Anche le auto di Renault, Jeep, Nissan, Hyundai, Citroen, Fiat, Volvo e molte altre marche emettono molti più ossidi di azoto (NOx) di quanto dichiarato, se misurate con test che simulino in maniera più realistica il loro reale comportamento in strada. In altre parole, l’intero sistema dell’auto è completamente marcio! Secondo una ricerca di ADAC, il principale Automobilclub europeo, addirittura 9 auto diesel su 10 emettono in media 7 volte più azoto di quello permesso. Lo ha rivelato un dettagliato

READ MORE →
Volkswagen ttip
AgricolturaAmbientecambiamento climaticoEcologiaEconomiaMobilità sostenibilePoliticaTTIP

Volkswagen, TTIP e gli “amici” americani

Il caso truffaldino della Volkswagen, di cui abbiamo parlato giusto ieri per ribadire l’utilità della mobilità dolce, non porta solo a chiedersi perché se ne stia parlando così tanto, rispetto ad altri problemi oggettivamente più gravi (di airgun e trivelle nell’Adriatico non sento parlare, sui tg). Fa sorgere anche un paio di dubbi sul perché il governo Usa voglia far pagare al colosso tedesco una maxi-multa da 18 miliardi di dollari, mentre alla sua GM, per avere ucciso 174 perone, abbia fatto pagare solo 900 milioni. In un interessante articolo di Irene Piccolo intitolato Si chiama Volkswagen, si legge TTIP, viene detto chiaro e tondo: “Perch …

READ MORE →
raddoppiare produzione cibo
AgricolturaAlimentazioneDirittiEconomiaIomangiosostenibilePoliticaTutela del suoloTutela del territorio

Come raddoppiare la produzione di cibo

Se si vuole raddoppiare la produzione di cibo nel mondo, bisogna tornare all’agricoltura contadina e ai piccoli produttori. Questo è il messaggio, semplice e chiaro, della piccola e semi-sconosciuta Grain, organizzazione non-profit che lavora per sostenere i piccoli agricoltori e i movimenti sociali nelle loro lotte per i sistemi alimentari basati sulla biodiversità e le comunità locali. Secondo la FAO, nel mondo le famiglie di agricoltori gestiscono tra il 70 e l’80% delle terre agricole e producono l’80% del cibo. Eppure, queste persone sono costrette a interrompere la loro preziosa attività, e addirittura a lasciare le loro stesse terre per far posto a un’agricoltura devastante portata avanti con la scusa di “sfamare il mondo”. Un po’ come Expo, che vuole “nutrire il pianeta…

READ MORE →
ttip: lo stato paga, il giudice guadagna
AgricolturaAmbienteDirittiEcologiaEconomiaEnergiaPoliticaTTIPTutela del territorio

TTIP: lo Stato paga, il giudice guadagna!

Il disinteresse della Commissione europea per la montante opposizione pubblica per il TTIP e le schifezze in esso contenute civile peggiora di mese in mese. Così come i suoi costanti tentativi di tutelare gli investitori esteri a scapito della società civile. Con il suo finto piano di riforma dell’ISDS (clausola che permetterebbe agli investitori esteri di citare in giudizio gli Stati una volta messi a rischio dalle leggi locali le loro possibilità di guadagno), ormai, non fa più nemmeno finta di non volere fare gli interessi delle corporation. Né di trattare noi cittadini europei da perfetti imbecilli. Come riporta la Campagna Stop TTIP Italia, il vice presidente della Commissione europea, Frans Timmermans ha affermato che “il nuovo sistema sarà composto da …

READ MORE →
Quanto costa il cambiamento climatico
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomia

Quanto costa il cambiamento climatico!

Il cambiamento climatico costa caro. E costerà ancora di più in futuro. Non solo alla collettività, per tutti i danni che provoca all’agricoltura, alle infrastrutture e alla salute, ma anche agli investitori privati. Lo ha recentemente rivelato l’Economist, che attraverso un suo studio, “I costi dell’inazione”, avverte: anche mantenendo la temperatura entro i famosi (ma inutili) 2 °C, si possono perdere 4.200 miliardi di dollari entro il 2100. Se invece l’aumento delle temperature medie globali fosse di 6 °C, i miliardi dollari bruciati sarebbero 13.800. Il settore pubblico, in realtà, se la passa anche peggio. Ma agli analisti la cosa forse interessa meno, tanto pagano i cittadini comuni, quelli che di finanza sentono solo parlare al tg. Il report dell…

READ MORE →
ttip acqua
AgricolturaAlimentazioneAmbienteDirittiEcologiaEconomiaPoliticaSaluteTTIP

Contro l’acqua il TTIP perde

Nonostante i tentativi di privatizzare acqua e servizi idrici, vuoi con la scusa dell’austerity, vuoi con la solita litania del libero commercio che sta cercando di aprire le porte al TTIP, l’Europa non ci sta. La campagna Right2Water, con una European Citizens Initiative (ECI), ha raggiunto il record di 1.884.790 adesioni e portato l’Europarlamento ad approvare un concetto fondamentale: il diritto umano all’acqua deve entrare nella legislazione comunitaria. L’acqua è un bene comune universale, un diritto fondamentale: senza di lei non c’è vita. Non stupisce quindi che abomini delle menti neoliberiste come il TTIP o il TISA siano stati concepiti per trasformarla in una merce da piazzare sul …

READ MORE →