AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Nucleare: per un pugno di voti il rischio è altissimo e le multe salate

Nucleare: per un pugno di voti, grazie a questo governo, il rischio è altissimo e le multe salate. Era il 29 aprile 2016 quando Bruxelles ha messo in mora il nostro Paese per la (mala)gestione delle scorie radioattive. È passato un anno. Un anno dall’apertura della procedura di infrazione contro l’Italia da parte della Commissione Europea a causa del ritardo con cui il programma nazionale per l’attuazione della politica di gestione del combustibile esaurito e dei combustibili radioattivi è stato inviato alla Commissione Europea, e da allora nulla è cambiato. Anzi, nessuna delle criticità sollevate dalla Commissione è stata risolta. In barba alla direttiva 2011/70/Euratom (che regola la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi) ad oggi il governo e in particolare il ministero dello Svilupp…

READ MORE →
AmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaEnergiaPolitica

Trivellazioni entro le 12 miglia, grazie al Pd ora si può

Ripeto fino alla noia: non c’è nessun referendum sulle trivelle. Non c’è una sola trivella in discussione. Sono parole di Renzi, pronunciate poco più di un anno fa, a ridosso del Referendum sulle trivelle. Un “referendum inutile”, così lo aveva definito l’allora premier che accusava la coalizione referendaria di fare disinformazione sul possibile ritorno alle trivellazioni petrolifere entro le 12 miglia. Ebbene oggi, a distanza di 12 mesi, arriva l’ennesima conferma che quei timori non solo erano legittimi ma che la disinformazione era esattamente dall’altra parte. Peccato che ormai sia tardi e che un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che deroga al divieto di nuove trivellazioni inventand…

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Morire di Inceneritore, succede a Vercelli (e non solo)

Morire di Inceneritore, succede a Vercelli (e non solo). Ma chi amministra sta a guardare Sempre più studi ormai denunciano l’associazione tra esposizione ai fumi degli inceneritori, cancro e aumento della mortalità.  

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Tecnologia usa e getta: non facciamo del mondo una discarica!

Viviamo in un mondo in cui anche la tecnologia è usa e getta. E non si tratta solo di una questione di mode, pubblicità e marketing. A incentivare questo atteggiamento dei consumatori moto spesso è la cosiddetta “obsolescenza programmata”, un fenomeno studiato a tavolino dalle case produttrici per far sì che i vari cellulari, televisori o frigoriferi si rompano puntualmente poco dopo la scadenza della loro garanzia. Con conseguenze gravissime: da un un lato lo spreco di risorse ed energie per produrre sempre nuova merce. Dall’altro lo smaltimento di questi rifiuti detti Raee (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), soggetti ad un’apposita procedura di smaltimento per via della presenza al loro interno di metalli e sostanze pericolose per l’ambiente e la salute umana. Solo nel 2015 sono state intercettate 223mila tonnellate di Raee, con una crescita del 4,3 per cento rispetto a…

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Petrolio: la non risposta di un Governo che non guarda al futuro

Prima c’è stato Livorno, Voltri, Villasanta. Solo l’anno scorso è toccato a Genova. E proprio in questi giorni arrivano immagini sconvolgenti dalla Basilicata, dove il lago Pertusillo si è tinto – nuovamente – di marrone. Potrebbe trattarsi di una – nuova – fuoriuscita di idrocarburi derivanti dalle attività estrattive dell’Eni in partnership con la Shell. Non sarebbe la prima volta. La Procura di Potenza ha avviato un’indagine. Ma nessuno ne parla. Potrebbe trattarsi di un disastro ambientale. L’ennesimo. Ma meglio soprassedere. C’è altro di cui parlare del resto. Perché occuparci della nostra terra? Dell’acqua che beviamo, dell’aria che respiriamo o del Paese che lasciamo ai nostri figli? Solo chi abita zone direttamente interessate può capire la gravità di quello che succede. Per il resto silenzio e indifferenza. Ma la questione ci riguarda tutti molto da vicino. Il rischio di estrarre id…

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Rinnovabili: persino la Cina fa più di noi

 Rinnovabili: anche la Cina si sveglia, mentre noi continuiamo a dormire. Il governo cinese ha annunciato che, entro il 2020, investirà 361 miliardi di dollari (2,5 trilione di yuan) per produrre energia da fonti rinnovabili (72 miliardi di dollari all’anno). Di questi circa la metà (1 trilione di yuan) serviranno per aumentare di 5 volte la produzione di energia fotovoltaica. Un impegno che, secondo gli esperti, equivale alla realizzazione di circa 1.000 grandi impianti solari (di cui la Cina nel 2016 è diventata il maggior produttore al mondo). Per il resto circa 700 miliardi di yuan andranno ai parchi eolici, 500 miliardi all’energia idroelettrica, mentre l’energia delle maree e geotermica riceveranno il resto. Secondo il piano quinquennale dell’Amministrazione nazionale dell’energia della Cina (Nea) 2016-2020, da quest’investimento nasceranno più di 13 milioni di posti di lavoro nel set…

READ MORE →
AmbienteEnergia

Nucleare: si scrive “polo scientifico”, si legge “deposito nazionale”, Chiamparino da che parte sta?

Udite, udite! Sergio Chiamparino ha annunciato l’avvio di “una campagna di lobbying” per portare in Piemonte il progetto di un nuovo polo scientifico tecnologico sulla fusione nucleare, denominato Dtt, Divertor Tokamak Test Facility. Un progetto fumoso, la cui cifra si aggirerebbe attorno ai 500 milioni di euro, anche se ancora non c’è dato sapere quanti di questi soldi arriverebbero dal piano Junker, il Piano di investimenti della Commissione europea, quanti dalle tasche di ipotetici partner cinesi e quanti, invece, dalle tasche dei cittadini attraverso contributi dei ministeri e fondi regionali. Ma soprattutto si tratta di un progetto che si avvicina pericolosamente a quello che compare nel piano per il Deposito nucleare nazionale dove, guarda caso, è previsto proprio un Parco tecnologico di ricerca. Visto che a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca ecco un altro dettaglio da non sottovalutare: …

READ MORE →
AmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaPolitica

Governo 5 Stelle, il programma parte dall’energia

Si inizia a discutere online il programma di governo del MoVimento 5 Stelle. Si parte dall’energia. Partecipate! Nei prossimi giorni si inizierà a votare. di Beppe Grillo Di nuovo a parlare di energia. Sono 30 anni che parlo di energia. Dal Wuppertal Institute al Fattore Quattro, ai fratelli Weizsäcker, Sachs, Lester Brown. Li avevo conosciuti tutti nel mondo. Tutti che parlavamo di energia perché è un cambio di civiltà. Allora fatevi una domanda: un barile di petrolio costa 50 dollari, un barile di Coca Cola costa 350 dollari. Secondo voi è una cosa normale? Secondo voi è un’economia razionale? Intelligente? Di buon senso? Che cosa c’è sotto che vogliono ancora ripristinarci il petrolio…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEnergiaOlio di palma insostenibileSalute

L’olio di palma non fa male? Andatelo a dire ai bambini indonesiani

100.000 morti in un anno. E’ questo l’ammontare dei decessi causati dagli effetti diretti e indiretti degli incendi appiccati in Asia equatoriale nel solo 2015. Lo rivela uno studio delle università di Harvard e Columbia, pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters. Secondo gli esperti in salute pubblica e modelli atmosferici questi roghi, appiccati di proposito dalle multinazionali dell’olio di palma nelle foreste dell’Indonesia, sarebbero la causa di oltre 90mila morti premature in Indonesia, più di 6mila in Malesia e 2.200 a Singapore.

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Haiti: ennesima tragedia annunciata, è l’uomo il primo responsabile

Quello che sta succedendo ad Haiti è terribile ma ancora una volta dare la colpa a una natura brutta è cattiva significa guardare al dito e non alla luna. Prendiamoci le nostre responsabilità e agiamo di conseguenza: l’uragano Matthew e gli oltre mille morti di Haiti non sono che l’ennesimo avvertimento che il nostro pianeta ci sta mandando per dirci di cambiare rotta. Le catastrofi naturali quali inondazioni, tsunami, alluvioni, siccità e le loro conseguenze in termini di perdita di vite umane, insorgenza di epidemie, povertà, aumento della mortalità infantile e del numero di migranti ambientali non sono altro che l’effetto dei cambiamenti climatici di cui l’uomo è il primo responsabile.Già nel 2010 il centro studi Maplecroft posizionava Haiti al primo posto della classifica dei Paesi a maggior rischio per gli effetti del cambiamento climatico globale, Climate Change Vulnerability Index (CCVI), s…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEnergiaOlio di palma insostenibilePoliticaSalute

Olio di palma? Quanti esperti pronti a raccontare bufale

A volte ritornano, in sordina, piano piano, ma ritornano. Del resto c’era da aspettarselo, da quando sempre più cittadini hanno aperto gli occhi l’industria dell’olio di palma insieme a quella alimentare sta perdendo tantissimo. La chiamano demonizzazione mediatica. In realtà in tutta questa storia di mediatico non c’è nulla. Anzi. Proprio i media sono stati i primi e più fedeli sostenitori dell’olio di palma, e dei loro sponsor. Si è trattato in realtà di un fantastico caso di presa di consapevolezza dal basso, d’informazione virale e di boicottaggio riuscito. Talmente riuscito da obbligare colossi della produzione alimentare a modificare i propri ingredienti. In questi giorni sempre più articoli e agenzie scrivono che ‘Non c’è alcuna evidenza scientifica per giustificare le campagne contro dell’olio di palma citando di volta in volta l’e…

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Pirogassificatore? No grazie! Tuteliamo ambiente e salute

+++ SCORRI IN FONDO ALL’ARTICOLO PER FIRMARE LA PETIZIONE +++ È davvero sorprendente il modo di precedere della politica nel nostro Paese. Dopo tre anni in Parlamento resto ancora basito per la mancanza di lungimiranza e trasparenza di alcuni amministratori pubblici che, con il benestare del governo, speculano e rischiano sulla pelle dei cittadini. Mi riferisco, per esempio, al sindaco di Gifflenga Elisa Pollero che vorrebbe far sorgere sul suo territorio un pirogassificatore: un impianto sperimentale che brucerebbe materie plastiche per ricavarne olio minerale. Sperimentale, ossia senza alcuna garanzia di salubrità, sostenibilità e compatibilità con il contesto ambientale. Ma andiamo con ordine e vediamo di cosa si tratta. Il pirogassificatore dal punto di vista normativo e legale

READ MORE →
BIOCARBURANTI
AmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaSalute

Grassi animali come biocarburanti, facciamo chiarezza

Negli ultimi tempi il tema dei biocarburanti derivati dai grassi animali sta prendendo sempre più piede. Ma mentre per alcuni il futuro dell’energia è inspiegabilmente negli scarti animali, per molti esperti, medici e ambientalisti questa soluzione è del tutto inadeguata, controproducente e dannosa. Utilizzare grassi animali come biocarburanti significare incentivare un metodo che di ecologico, sostenibile e logico non ha assolutamente nulla. Al contrario presenta diversi problemi sia per la salute dei cittadini sia per l’ambiente: secondo una nota del 4 dicembre 2015 del Ministero dell’Ambiente e dell’Envi i grassi animali non possono essere utilizzati come combustibili, perché la loro combustione rilascerebbe nell’ambiente dioss…

READ MORE →
PETIZIONE SPOT OLIO DI PALMA
AgricolturaAlimentazioneAmbienteAttività M5SAzioni discusse con i cittadiniEcologiaEnergiaOlio di palma insostenibilePoliticaSalute

OLIO DI PALMA: NON ARRETRIAMO DI UN PASSO!

Continua la battaglia del Movimento 5 Stelle contro la produzione e il consumo di olio di palma. Nella seduta della Camera del 26 maggio abbiamo presentato un’interrogazione al Ministro della Salute. E’ il quarantottesimo degli atti d’indirizzo e di controllo esercitati dall’inizio di questa legislatura su questa sostanza. Ma finché non avremo risposte concrete e fatti non ci fermeremo! Perché? Per tutelare la salute dei cittadini e per il nostro pianeta. I motivi per dire no all’olio di palma sono ormai noti a tutti: 1. deforestazione e perdita di biodiversità nei luoghi di produzione, 2. violazione di diritti umani e sfruttamento del lavoro, anche minorile, nelle piantagioni di olio di palma, 3. rischi per la salute umana, certificati da inn…

READ MORE →
enel
AmbienteEnergiaSostenibilità

Carbone e violenze in Colombia, Enel che fa?

Nei mesi scorsi come Movimento 5 Stelle ci siamo occupati di un’importante questione: i rapporti commerciali che Enel intrattiene con la società statunitense Drummond e la svizzera Prodeco per quel che concerne il mercato del carbone colombiano. Due compagnie accusate ripetutamente di gravissime violazioni dei diritti umani e di aver commissionato omicidi e torture di sindacalisti e abitanti delle aree circostanti le loro miniere in Colombia. Si tratta di accordi a dir poco imbarazzanti e del tutto sconvenienti per una società di cui lo Stato Italiano è tutt’ora il maggior azionista. A maggio, dopo aver incontrato Mayra Mendez Barboza (figlia di Candido Jose Mendez, ex lavoratore della Drummond, ucciso nel 2001 dal Blocco paramilitare Frente Jaa), Rodrigo Rojas e Wouter Kolk (responsabili di 

READ MORE →
AgricolturaAmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaPoliticaProposte Di LeggeSalute

Ecovillaggi, co-housing, housing sociale: M5S chiede siano riconosciuti

La vita comunitaria e la condivisione dell’abitare in Italia ha una lunga storia ma è soprattutto negli ultimi anni che queste esperienze si stanno espandendo sempre di più. Dal co-housing ai condomini solidali, dall’housing sociale agli ecovillaggi, le esperienze di comunità intenzionali sono variegate e in continuo aumento. E i motivi sono molteplici: dal risparmio economico derivato dal muto soccorso e dalla condivisione di spazi e risorse, alla ricerca di un ritrovato senso di comunità basato su relazioni autentiche e di solidarietà, al perseguimento di stili di vita sostenibili e a basso impatto ambientale. È ormai indubbio che queste comunità offrano un modello sociale, economico e di valori che costituisce un patrimonio importante per lo Stato e per il territorio nel quale sono insediate. Già molte amministrazioni…

READ MORE →
Sversamento da oleodotto
AmbienteEcologiaEnergiaPoliticaSalute

Salta tubatura oleodotto Eni: migliaia di litri di gasolio nelle risaie

Un nuovo allarme ambientale, una nuova perdita di gasolio, un nuovo disastro ambientale. E’ successo venerdì, nei pressi di Vercelli: il gasolio è fuoriuscito da un oleodotto interrato di proprietà di Eni. Secondo i primi accertamenti si tratterebbe di circa 30 mila litri di carburante. L’allarme di rischio ambientale nelle risaie attorno a Trino è altissimo anche se i canali irrigui sono stati sbarrati prima che il gasolio potesse raggiungerli. Per ora sono ancora da accertare la causa della fuoriuscita, ma l’ipotesi più plausibile è quella del dolo: in una nota, Eni aveva parlato di un tentativo di furto di gasolio. Come M5S chiediamo la massima attenzione a livello nazionale sul caso vercellese e sull’altissimo impatto ambientale che ne consegue. Lo sversamento di gasolio a Trino è una ferita aperta in un contesto ambientale già delicat…

READ MORE →
olio di palma, mirko busto
AmbienteEcologiaEnergiaOlio di palma insostenibilePoliticaSalute

Olio di palma: intervista a mangiobenevivobene.it

Tratto da: mangiobenevivobene.it Con l’intento di fornire una completa informazione sul tanto dibattuto argomento dell’olio di palma, abbiamo intervistato uno dei principali oppositori di questo alimento: l’Onorevole Mirko Busto del Movimento 5 Stelle, Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici Camera dei Deputati L’Olio di Palma è entrato prepotentemente nel mercato alimentare in sostituzione principalmente di altri tipi di grassi quali quelli polinsaturi e le margarine, che sono ritenuti scientificamente molto più insalubri. La scelta dell’Olio di Palma è stata quindi il compromes…

READ MORE →
CETA TTIP
AgricolturaAmbienteEcologiaEnergiaPoliticaSalute

CETA-TTIP: democrazia sotto attacco

Quello che sta succedendo è un fatto gravissimo che denota ancora una volta da che parte sta questo governo: dalla parte delle lobby, delle multinazionali e dei poteri forti a discapito dei cittadini e della stessa democrazia. Secondo quanto riportato dall’agenzia Reteurs e reso noto dai promotori della campagna Stop-Ttip-Italia, il  ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, avrebbe sostenuto, con un documento presentato a nome del governo italiano, che l’Italia è favorevole a tagliare fuori il suo Parlamento e quelli di tutti gli Stati dell’unione dal processo di ratifica. Che cosa significa questo? Che, mentre altri governi dell’Unione, come Lussemburgo e Francia, stanno facendo di tutto per rivendicare il proprio potere di ratifica – ossia di approvazione

READ MORE →
AgricolturaAmbienteEcologiaEnergiaPoliticaSalute

Principio di precauzione: perché non possiamo rinunciarci

Per principio di precauzione si intende una politica di condotta cautelativa per quanto riguarda le decisioni politiche ed economiche sulla gestione delle questioni scientificamente controverse. Il principio di precauzione permette di reagire rapidamente di fronte a un possibile pericolo per la salute umana, animale o vegetale: nel caso in cui i dati scientifici non consentano una valutazione completa del rischio, il ricorso a questo principio consente, di impedire la distribuzione dei prodotti e delle sostanze potenzialmente pericolose. Se dovesse passare il TTIP l’Europa direbbe addio a uno dei suoi più importanti principi: quello che garantisce il primato della salute dei cittadini sugli interessi aziendali. Si tratta di un vero e proprio spartiacque tra una politica sociale a tutela del cittadino e dell’ambiente e una poli…

READ MORE →