AmbienteAttività M5Scambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOLavoroMobilità sostenibileRisparmio energeticoTutela del territorio

Telelavoro: salvare l’ambiente lavorando da casa

“Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita”. Questa frase di Confucio sta a dimostrare come da sempre un lavoro piacevole sia ritenuto fondamentale per una buona qualità della vita. Credere in ciò che si fa e amare il proprio lavoro sono prerequisiti fondamentali per aiutarci a sopportare la fatica di una vita stressante e con ritmi frenetici. Tuttavia, dando per scontato di aver avuto la possibilità di svolgere il lavoro desiderato, la motivazione e la passione si scontrano spesso con le modalità e le condizioni del lavoro. Lo ‘stress lavoro correlato’, come dimostrano anche recenti ricerche, è una condizione che interessa in Europa circa un lavoratore su quattro, circa 40 milioni di lavoratori, con conseguenze pesanti per la vita personale e lavorativa. Oltre a tutte le implicazioni sulla qualità della vita e il benessere individuale, gli effetti dello s…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEconomiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOPoliticaRisparmio energetico

Rinnovabili: Italia solo 27ª

Se c’è una cosa che sta emergendo con estrema chiarezza in questi giorni alla COP21 di Parigi è la necessità di dovere passare al più presto ad un sistema energetico basato sulle rinnovabili. Se così non sarà, infatti, la già insufficiente soglia dei 2 gradi centigradi entro cui contenere il riscaldamento globale sarà ben più che superata, con tutti gli effetti nefasti di cui abbiamo più volte parlato su questo blog. Ma a quanto pare il lavoro da fare è ancora molto, anche in Italia, affinché la transizione energetica possa diventare realtà. Secondo uno studio della Stanford University, il mondo industrializzato (e non solo quello) è completamente dipendente dalle fonti fossili. Si chiamano Mark Jacobson e Mark Delucchi, e sono due ricercatori dell’Università di Stanford, ne…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOLavoroRisparmio energetico

La più grande centrale solare al mondo in Marocco

In questi giorni in cui grazie alla COP21 il clima è una volta tanto al centro dell’attenzione globale, sembrano avere ancora più valore le iniziative che portano a ridurre le emissioni di gas climalteranti e la dipendenza dagli sporchi combustibili fossili proiettando verso un futuro che è fatto di tutt’altre fonti energetiche. Soprattutto se queste iniziative arrivano da Paesi che noi civili europei e sviluppati occidentali amiamo ritenere più “indietro” dei nostri. È il caso del Marocco, dove il desiderio di liberarsi dalla schiavitù dei fossili necessari a produrre l’elettricità che acquista dalla Spagna, ha portato alla costruzione della centrale solare forse più grande del mondo. L’impianto verrà inaugurato questo mese, sorgerà nel deserto del Sahara…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEconomiaEnergiaEventiFuturo SÌ Futuro NOMobilità sostenibileProposte Di LeggeRisparmio energeticoTutela del suoloTutela del territorio

Torna EcoFuturo, e io ci sarò!

Da domani inizia EcoFuturo, il Festival delle EcoTecnologie e dell’Autocostruzione che, giunto alla sua seconda edizione, è ancora più ricco di quella precedente. E indovinate un po’? Quest’anno ci sarò anch’io. L’evento andrà avanti fino al 6 settembre, e si svolgerà in un posto decisamente bello: l’associazione culturale di Jacopo Fo, Alcatraz, che si trova tra Gubbio e Perugia. Ricordate? Ne avevamo parlato a marzo in occasione della presentazione alla Camera dei Deputati del Libro bianco della rivoluzione dell’energia e dell’economia del nostro paese. E fra un paio di giorni, tornerò a incontrare Jacopo Fo, Michele Dotti e gli altri amici di EcoFuturo per vedere un’Italia migliore: quella di cui ov…

READ MORE →
renzi_trivelle
Ambientecambiamento climaticoEcologiaEconomiaEnergiaPoliticaRisparmio energeticoSaluteTutela del mareTutela del territorio

Renzi, un mare di trivelle

Il premier fossile Matteo Renzi, modello globale di democrazia con una insana passione per le trivelle petrolifere e una innata incuranza per i cambiamenti climatici, non demorde. Oltre a non avere dedicato neppure un misero tweet all’Enciclica di Papa Francesco (forse perché suggerisce l’esatto opposto delle politiche neoliberiste e inquinanti dell’ex boyscout fiorentino), insiste con il volere fare cassa saccheggiando le poche risorse naturali rimaste in Italia. Illuminato come è, infatti, petro-Renzi è convinto che l’economia italiana possa crescere non solo all’infinito (in un ambiente dalle risorse finite), ma anche che può farlo puntando sull’estrarre quattro gocce di petrolio dai fondali mediterranei. Chi fa notare che per un paese come l…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoEcologiaEconomiaEnergiaRisparmio energeticoSalute

Ai combustibili fossili 10 milioni al minuto!

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha stimato in 5,3 trilioni di dollari all’anno l’ammontare di sussidi dati ai produttori di combustibili fossili nel mondo. Sono 10 milioni di dollari al minuto! Una somma enorme, più di quella spesa da tutti i governi del mondo messi assieme per i sistemi sanitari nazionali. Secondo il FMI questa cifra – che rappresenta circa il 6,5% del PIL globale è “scioccante”, e rivela il vero costo dei combustibili fossili. Questa assurda quantità di denaro deriva anche dalle spese sostenute dai governi per riparare i danni causati proprio da fonti di energia sporche e inquinanti come carbone e petrolio: alle devastazioni provocate da siccità, inondazioni, tempeste dovute ai cambiamenti climatici si uniscono infatti le cu…

READ MORE →
investiamo sulle energie italiane!
EconomiaFuturo SÌ Futuro NORisparmio energetico

Investiamo sulle energie italiane!

L’economia italiana, grazie ai governi poco lungimiranti di questi ultimi decenni, per produrre l’energia che le serve è ancora in gran parte basata sulle fonti fossili. Non ci ritroveremmo ancora oggi, altrimenti, a parlare di trivellazioni nell’Adriatico, devastazioni di intere regioni o di ridicole tinture di verde di quelle che rimangono delle ultra-impattanti centrali. Eppure tutto il mondo riconosce agli italiani una certa capacità di pensare fuori dalla scatola, “out of the box” come dicono gli inglesi. Un’abilità sottovalutata, soprattutto in campo tecnologico, che ci permette da sempre di portare innovazione in tutti i campi, compreso quello dell’energia. La ricerca in Italia può contare su risorse esigue rispetto agli investimenti di altri Paesi industrializzati. Eppur…

READ MORE →