AmbienteScorie nucleari

Nucleare: un rischio non solo economico, perché nessuno ne parla?

Ti sei mai chiesto come mai sui media italiani si parla così poco di nucleare? Come sapete, gli Italiani hanno scelto per ben due volte, nel 1987 e nel 2011, di non ricorrere all’energia nucleare. Entrambe le volte si andò al voto con il vivido ricordo delle due più grandi tragedie nucleari, Chernobyl e Fukushima. Ma il pur breve passato nucleare italiano nasconde una pesante eredità: 90mila metri cubi di rifiuti. Non sono solo le scorie dell’attività del passato ma anche rifiuti radioattivi dovuti allo smantellamento, in corso, degli impianti nucleari italiani. Ben pochi ne parlano, eppure, a causa dell’inettitudine di questo governo, si continuano ad accumulare ritardi che, oltre al rischio per la popolazione, rappresentano anche un costo spalmanti sui cittadini, che lo pagano nelle bollette elettriche! Siamo talmente in ritardo che adesso anche l’Europa minaccia di interveni…

READ MORE →
Deposito rifiuti radioattivi
AmbienteEnergiaScorie nucleari

Nucleare: quanto ci costeranno i calcoli elettorali del governo?

Si sa, l’Italia è il paese delle emergenze. Finché non succede nulla di grave meglio non svegliare il can che dorme. Meglio lasciare le pericolosissime scorie radioattive in situazioni precarie, in depositi temporanei costruiti in luoghi totalmente inadatti. Meglio non dire alla popolazione il rischio che sta correndo. Meglio non ricordare la motivazione per cui i comuni ricevono denaro, i cosiddetti fondi Scanzano, per mitigare e compensare il rischio gravissimo a cui sono esposti i cittadini che vivono in prossimità di questi depositi. Ma se in Italia siamo abituati a reagire solo dopo che è successa la tragedia in Europa sono abituati a far rispettare le scadenze. E un’importante scadenza per l’Italia era il 31 dicembre 2014. Entro quella data il nostro Governo avrebbe dovuto presentare un programma nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi. Il programma avrebbe dovuto contenere un pi…

READ MORE →
rinnovabili all'angolo
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEnergiaPoliticaScorie nucleari

Rinnovabili: nuovi progetti o solo bluff?

Si è parlato tanto di clima e rinnovabili, soprattutto durante i giorni di COP21. In tanti si sono stracciati pubblicamente le vesti in nome della difesa del clima, dello sviluppo delle rinnovabili e del dovere tentare di mantenere la vita su questo pianeta per come la conosciamo. Eppure, la realtà è tristemente lontana dalle dichiarazioni sentite a Parigi: sia in Italia che all’estero dominano incontrastati i combustibili fossili. E fra chi avrebbe i mezzi per dare un decisivo impulso alle energie pulite, c’è chi si imbarca in (folli) progetti nucleari. Partiamo dai fossili. In tutto il mondo, al momento, sono la principale fonte di energia. Salvo qualche rara eccezione, carbone, gas e petrolio continuano a soffocare (letteralmente) ogni possibilità di reale sviluppo alternativo. Complici gli aiuti (gen…

READ MORE →
traffico rifiuti nucleari
AmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOMinipostMozioniPoliticaSaluteScorie nucleariTutela del territorio

Scorie nucleari: zero controlli alle frontiere

Oggi ho presentato un’altra interrogazione sulla questione della sicurezza nucleare nel nostro Paese. Anzi, dovrei dire sull’insicurezza. Quando di parla di rifiuti radioattivi e trasporti di scorie, infatti, l’Italia riesce a distinguersi per inefficienza, malagestione dei rischi e indisposizione a comunicare le eventuali misure di emergenza alle popolazioni potenzialmente interessate. Da cosa? Dal via vai di scorie nucleari e materiali radioattivi da e per la Francia, ad esempio, che va avanti ormai da molti anni. In base al nostro ordinamento, il Ministero dell’Interno, tramite il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, dovrebbe effettuare i controlli alle frontiere per evitare che entrino nel nostro Paese sostanze radioattive, ma per qualche ragione i nostri vigili del f…

READ MORE →
incompetenza radioattiva
AmbienteEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOInfo-parlamentoM5S News in evidenzaPoliticaSaluteScorie nucleariTutela del territorio

Governo Renzi: incompetenza radioattiva

Il nucleare non ha futuro, né in Italia né nel resto del mondo. Ma ci ha lasciato un’eredità radioattiva pesante e pericolosa. Che, ovviamente, non può essere gestita dall’incompetenza di incapaci o cialtroni. Qualche giorno fa, come sapete, ho scritto al Commissario europeo sull’energia e il clima, Miguel Arias Canete, per chiedere un’azione di controllo nei confronti del governo Renzi. I suoi continui ritardi nella divulgazione dell’elenco dei siti idonei per la costruzione del Deposito nazionale per le scorie nucleari sono infatti un rischio per tutta Europa, non solo per noi italiani. L’Italia è uno dei pochi Paesi in Europa che ancora non si è dotato di un sito di stoccaggio permanente dei rifiuti atomici, come previsto dalla Direttiva del Consiglio Euratom 2011/70. Eppure, Renzi preferisce andare a vedere le part…

READ MORE →
Deposito rifiuti radioattivi
AmbienteAzioni discusse con i cittadiniEcologiaEnergiaMinipostPoliticaScorie nucleariTutela del territorio

Deposito scorie nucleari: appello all’Ue

Oggi ho scritto al Commissario europeo sull’energia e il clima, Miguel Arias Canete per chiedergli un’azione di controllo nei confronti del governo Renzi. I suoi continui ritardi nella divulgazione dell’elenco dei siti idonei per la costruzione del Deposito nazionale per le scorie nucleari non è più accettabile. Se il Ministro Galletti e il Ministro Guidi ritengono di poter continuare a far finta di nulla, si sbagliano di grosso. Non abbiamo più intenzione di starcene con le mani in mano, in attesa che qualche esponente del governo Renzi ci venga a dire dove verrà fatto questo deposito. I cittadini italiani hanno diritto di sapere se il loro prossimo vicino di casa sarà un deposito nucleare. E se questo è il modo in cui i nostri ministri intendono gestire quest’emergenza, è bene mettere in chiaro da subi…

READ MORE →
decontaminazione fukushima
AmbienteEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOPoliticaSaluteScorie nucleariTutela del mareTutela del suoloTutela del territorio

La non-decontaminazione di Fukushima

Il nucleare è sicuramente uno dei migliori esempi di non-futuro della razza umana. Creare scorie che restano radioattive per centinaia di migliaia di anni senza poter neppure essere smaltite, infatti, rappresenta al meglio la stupidità, l’egoismo e la miopia dell’essere umano contemporaneo. Che non impara mai una lezione. Nemmeno dopo Fukushima, dove il programma di (non)decontaminazione sta miseramente fallendo, nonostante i proclami di un governo che vuole agire in modo criminale. “La contaminazione radioattiva nelle foreste e nei terreni di Iitate, distretto della prefettura di Fukushima, è così estesa e a livelli ancora così alti che per i residenti sarà

READ MORE →
EnergiaFuturo SÌ Futuro NOScorie nucleari

Il futuro negli accumulatori

Lo so, in un mondo in cui il neo-liberismo ci sta portando allo sfacelo e con schifezze come il TTIP non sembra voler cambiare rotta è difficile crederlo. Ma a volte si riscoprono tecnologie “antiche” che fanno ben sperare, anche perché l’energia rimane un tema di primaria importanza. Un esempio è quello degli accumulatori, o batterie ricaricabili. Inventata nel 1859 dal fisico francese Gaston Planté e migliorata da un progetto italiano di circa 50 anni in cui si sono volute unire affidabilità e robustezza grazie a piastre in piombo puro raffinato spesse oltre 11 mm, la tecnologia degli accumulatori è ancora oggi…

READ MORE →
fukushima Radioactive water tanks
AmbienteEcologiaEnergiaScorie nucleariTutela del mare

Fukushima, l’incubo nucleare continua

Mentre a Fukushima i problemi sono ben lungi dall’essere risolti, una nuova ricerca avverte: “Potrà esserci una nuova Chernobyl entro i prossimi 27 anni”. Il decommissioning di ciò che rimane della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, distrutta dal terremoto-tsunami dell’11 marzo 2011, potrebbe richiedere altri 40 anni, per essere completato. La sua spesa totale? Incluse le compensazioni per le migliaia di persone a suo tempo costrette a lasciare le proprie case, più di 76 miliardi di euro. Cifre da capogiro che, aggiungendosi a quelle già spese finora (oltre 15 miliardi di euro – anche per i circa seimila operatori coinvolti), non permettono nessun ottimismo. Il principale problema, però, non sono i soldi. Sono gli effetti a lungo termine su salute e ambiente del fallout radioattivo. E l’acqua contaminata che, da …

READ MORE →
EnergiaMinipostScorie nucleari

Deposito nucleare: per il governo se ne parla dopo le elezioni

Cittadino! Prima vota e poi potrai sapere se il deposito che conterrà tutte le scorie italiane sarà o meno nel tuo territorio!  La risposta che ci ha dato stamani il ministero dell’Ambiente in merito ai ritardi nella presentazione della carta dei siti idonei a ospitare il futuro deposito nucleare nazionale (carta CNAPI) è inconsistente e fa gridare allo scandalo. Abbiamo chiesto al Governo delucidazioni sull’iter che porterà alla scelta del luogo dove saranno definitivamente custodite le scorie a bassa e media intensità, questione che interessa da giorni cittadini e media. Ci siamo sentiti rispondere che la tempistica è stata rispettata con tanto di “verifica di coerenza” interna, ma che sarà necessario attendere almeno sino al 14 giugno per raccogliere tutti i dati necessari per il nulla osta. Occorre ricordare che i Ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico avrebbero dovuto dare il via all…

READ MORE →
AmbienteEnergiaSaluteScorie nucleari

Fukushima, 4 anni dopo

Sono già passati 4 anni da quel terribile 11 marzo 2011, giorno in cui terremoto e tsunami hanno sconvolto il Giappone. E sono già passati 4 anni, quindi, dalla catastrofe nucleare che ne conseguì. A Fukushima, infatti, la furia dell’ambiente e l’incapacità degli umani di gestire situazioni più grandi di loro portò alla fusione del nocciolo di tre reattori della centrale nucleare omonima. Risultato? La radioattività rilasciata ha portato l’incidente ad essere classificato al massimo di gravità per quelli nucleari (livello 7, raggiunto prima solo da Chernobyl), con un’area di 600 chilometri attorno alla centrale contaminata e il mare radioattivo fino a cinquanta volte i limiti di sicurezza. Oggi, cosa è cambiato? Ben poco: su 150 mila persone costrette ad abbandonare le loro case, 120 mila non sono ancora potute rientrare. Ci sono 54 mila depositi di materiali radioattivi in giro per la prefettura di Fukushima (le stime ufficiali parlano anche di 28 milioni di…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoEnergiaScorie nucleari

Anche in Cina il vento batte il nucleare

La Cina, nuova potenza nucleare che entro qualche anno avrà da sola più reattori che tutto il resto del mondo messo assieme, vede aumentare di anno in anno la produzione di energia da fonte eolica. Nel corso del 2014, infatti, nonostante venti più deboli del solito, l’elettricità generata dal vento ha superato quella sporca ed estremamente pericolosa proveniente dall’atomo, raggiungendo oltre 110 milioni di case. A rivelare la notizia è l’Eart Policy Institute, per cui obiettivo della Cina è quello di avere 200 gigawatt connessi alla rete eolica entro il 2020. “Secondo il China National Energy Administration – scrive l’Earth Policy – il paese ha circa 77 gigawatt di capacità eolica oggi in costruzione”. Ma è una buona o una cattiva notizia? Visti i numeri, a livello di infrastrutture da costruire l’impatto sul…

READ MORE →
radioattività porta sviluppo
AmbienteEcologiaEnergiaRifiutiScorie nucleari

Radioattività porta sviluppo?

Radioattività porta sviluppo? Quello della radioattività è un problema enorme che sta creando non pochi problemi su tutto il pianeta. Ultima grande catastrofe planetaria in ordine di tempo è stata quella giapponese di Fukushima, ma quella rappresenta solo la punta dell’iceberg, e non è che una piccola porzione del problema che le radiazioni hanno creato, stanno creando e ancora per migliaia di anni creeranno nel mondo. Anche in Italia, nonostante la clamorosa vittoria nel giugno 2011 di coloro che hanno votato ai referendum contro il rilancio nucleare, c’è tutta una serie di pericoli a cui la popolazione del Belpaese, spesso inconsapevolmente, è esposta proprio a causa della radioattività. Le centrali nucleari dismesse, i depositi (improvvisati) di rifiuti radioattivi, le basi americane in cui sono depositate dozzine di testate nucleari, i poligoni Interforze dell’Aeronautica Militare concentrati in Sardegna…

READ MORE →
nucleareISIN
AmbienteEcologiaEnergiaScorie nucleari

Nucleare ISIN, nuove promesse da marinai

Nucleare ISIN, nuove promesse da marinai? La risposta è sì e vi spiego perché. L‘Italia, anche dopo avere scelto per ben due volte (1987 e 2011) di non costruire più centrali nucleari sul proprio territorio, è ben lungi dal non esporre i suoi cittadini ai rischi legati alla radioattività. La gestione e il trasporto delle scorie radioattive generate in passato, così come la presenza di ordigni atomici (stranieri) sul proprio territorio, espone infatti i cittadini a una serie di pericoli evitabili. In una società dominata dalla spettacolarizzazione degli eventi e tenuta in ostaggio dalla convinzione che i rischi che si corrono siano solo quelli di cui si parla in tv, è molto difficile credere che i danni alla salute, in un Paese denuclearizzato come il nostro, possano essere legati ai rifiuti radioattivi. M…

READ MORE →
Radioattività
MinipostRifiutiScorie nucleari

Vittoria ‪#‎M5S‬, tolto appalto ‪#‎nucleare‬ ai corruttori!

NUCLEARE/SALUGGIA – BUSTO (M5S) “COMMISSARIATO APPALTO CEMEX, UN OTTIMO RISULTATO” Roma – 11 febbraio 2015 – Roma – 11 febbraio 2015 – “Il commissariamento dell’appalto Cemex nel sito Eurex di Saluggia è un’ottima notizia per la collettività ed è un risultato conseguito dopo le denunce del Movimento 5 Stelle che a ottobre scorso hanno scritto una lettera  inviata ad Anac. Quindi, secondo notizie ricevute, sono stati nominati due amministratori straordinari per l’appalto Cemex” sintetizza il deputato vercellese Mirko Busto, membro della Commissione Ambiente alla Camera e firmatario della stessa lettera. “Il primo ottobre – racconta Mirko Busto, deputato vercellese e firmatario della lettera – inviammo una missiva nella quale avevamo sottolineato gravità e delicatezza della vicenda legata alle indagini su appalto e costruzione del deposito per scorie liquide situato nella provincia più nuclearizzata d’Italia, quella di Ve…

READ MORE →