AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climaticoEcologiaTutela del suolo

Fosforo in esaurimento per le nostre diete

Il fosforo è una risorsa critica essenziale per la fertilizzazione, impossibile da sostituire o fabbricare. L’uso dei fertilizzanti a base di fosforo ha contribuito all’aumento esponenziale delle rese agricole e ha aiutato a sfamare milioni di persone.

Le fonti principali di fosforo sono fortemente concentrate, ancora più del petrolio. Numerosi studi affermando che la sua produzione attraverserà il picco estrattivo entro questo secolo. Il consumo delle risorse di fosforo è influenzato pesantemente dall’aumento del consumo di alimenti di origine animale.

Il legame tra consumo di fosforo, agricoltura e allevamento è dovuto ad un semplice argomento: nutrirsi di carne è un modo inefficiente di usare le risorse del pianeta.

Tanto che è stata coniata la dicitura “fabbriche di proteine alla rovescia”: per produrre 1 kg di proteine di carne di manzo occorrono mediamente 16 kg di proteine vegetali (22 kg se contiamo il fatto che molta carne viene scartata e gettata). Di conseguenza, per ottenere 1 kg di proteine di carne vaccina occorre coltivare una superfice agricola almeno 16 volte maggiore a quella necessaria a ottenere 1 kg di proteine vegetali.

Aumentare il consumo di alimenti animali, quindi, necessita di un aumento di produzione agricola che rischia di accelerare l’esaurimento della risorsa fosforo. Una ragione in più per spingere politiche di riduzione dei consumi.

Anche perché stiamo alimentando gli animali con il cibo che potremmo semplicemente mangiare noi stessi.

Previous post

Terra, risorse limitate e popolazione in crescita

Next post

Latte, carne e uova: una marea di problemi