AgricolturaAmbienteAttività M5SDirittiEcologiaEconomiaLavoroM5S News in evidenzaTTIP

Il TTIP è in agonia!

Una notizia senza precedenti! Il Presidente del Parlamento europeo si è appellato ieri a un articolo del regolamento per rinviare la votazione riguardante il TTIP prevista per oggi.

Avete capito bene! Le raccomandazioni che il Parlamento europeo deve fornire alla Commissione sul negoziato di libero scambio in corso con gli Stati Uniti sono state rinviate.

A quando? Ancora non si sa.

Non era mai successo che, proprio il giorno prima di una votazione, i dipendenti dei cittadini europei scappassero via così.

Sapete cosa significa? Che hanno capito di non potercela fare a propinarci questo orribile Trattato in salsa americana, e che oggi sarebbe molto probabilmente saltato.

“I sostenitori del TTIP al Parlamento europeo hanno capito di non avere più la maggioranza per approvare le linee guida e hanno deciso di rinviare il voto”, spiega Tiziana Beghin del M5S Europa: “E’ come se un calciatore portasse via il pallone per paura di perdere la partita”.

E aggiunge: “Ora è ufficiale: il TTIP è in agonia”.

EVVIVA!

Portate pure via il pallone come bambini viziati. Ma la partita si deve giocare, e la perderete!

Ma cosa è successo, di preciso?

“L’articolo 175 del Regolamento prevede il rinvio della discussione in Commissione qualora siano stati presentati più di 50 emendamenti in aula”, ma è solo “una scusa da azzeccagarbugli”, fa presente Tiziana Beghin: “Popolari e socialisti sperano di trovare una soluzione miracolosa. Per il Movimento 5 Stelle Europa non c’è bisogno di altro tempo per capire che il TTIP non deve essere approvato”.

Tutti i portavoce continueranno a non accettare nessun compromesso per il bene dei cittadini, perché il TTIP è quanto di peggio sia stato concepito per devastare l’ambiente e calpestare i diritti.

E pensare che proprio ieri il Movimento 5 Stelle Europa aveva pubblicato la strategia che avrebbe tenuto in aula con l’obiettivo di affossare il TTIP.

Non ce n’è stato bisogno. Si sono affossati da soli.

Previous post

La guerra contro il TTIP non è finita

Next post

Legge sugli Ecoreati, ora applichiamola!