Energia

ISIN Agostini PD = cricca “a orologeria”

ISIN Agostini PD uguale cricca “a orologeria”.

Il Pd vuol consegnare il nucleare italiano a un capo cricca!

Leggete cosa è successo durante l’audizione di Antonio Agostini, persona indicata dal nostro governo, ma che la Ragioneria di Stato definisce “inadeguato a gestire programmi così complessi”.

Il Partito Democratico si sta assumendo la responsabilità di insediare al vertice dell’Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (ISIN) una sorta di capo cricca.

Il dossier della Ragioneria Generale dello Stato sulle attività illecite di Agostini quale responsabile gestione dei fondi della Direzione Generale della Ricerca parla chiaro e noi crediamo impossibile che il Ministro Galletti, colui che ha proposto la nomina ne fosse all’oscuro.

L’audizione del resto ha clamorosamente confermato l’assoluta inadeguatezza di Agostini a ricoprire il ruolo di direttore dell’ISIN per il quale lo ricordiamo  che il decreto legislativo n. 45 dispone che si tratti di persona di indiscussa moralità e indipendenza, di comprovata e documentata esperienza e professionalità ed elevata qualificazione e competenza nei settori della sicurezza nucleare, della radioprotezione, della tutela dell’ambiente e sulla valutazione di progetti complessi e di difesa contro gli eventi estremi naturali o incidentali.

In questo caso non solo ci troviamo di fronte ad una mancanza tecnico-professionale ma anche, e forse ancor più grave dei requisiti morali per la gestione di un ente così importante nell’ambito del decommissioning nucleare. Agostini, tra le nuche basse degli esponenti del PD non ha risposto a nessuna delle domande inerenti la propria professionalità e si è difeso invocando una sorta di giornalismo ad orologeria in relazione all’articolo del Fatto quotidiano di oggi che ne delinea la figura di capo cupola all’interno del MIUR.

In realtà gli ispettori del MEF hanno da tempo stilato la documentazione, la stessa documentazione che il Ministro Galletti doveva conoscere e nonostante questo ha inoltrato la nomina.

E’ vergognoso che il nucleare italiano sia trattato con tale sufficienza, un atteggiamento che abbiamo riscontrato anche in relazione agli appalti di SOGIN nell’impianto Cemex di Saluggia, ed anche lì abbiamo chiamato in causa il Dott. Cantone per fare chiarezza.

A veder bene il vero lavoro di decommissioning e gestione delle scorie dovrebbe iniziare dagli apparati dello Stato che sono il frutto di decenni di malgoverno e intrighi politici-economici.

L’inchiesta de Il Fatto

Audizione ISIN

La mia video-intervista dopo l’audizione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Italia ed energia contro l'economia

Next post

AttivaItalia decreto M5S