AmbienteEcologiaSalute

Assenteismo del Governo: sul nucleare #lasolitascoria

La breve parentesi del nucleare italiano ha lasciato una eredità molto pesante. Parliamo decine di migliaia di metri cubi di rifiuti radioattivi ora stoccati nei depositi temporanei della Sogin (la società di Stato incaricata dello smantellamento degli impianti nucleari e della messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi). Rifiuti che sono sparsi per il territorio italiano in pessime condizioni di sicurezza. Basti pensare che solo a Saluggia, in provincia di Vercelli, sono concentrate in un’area totalmente inadeguata praticamente tutte le scorie più pericolose: quelle ad alta attività. Una situazione di rischio costante per i cittadini. Ma oltre il danno si aggiunge la beffa perché il ritardo di Sogin e del governo nel trovare una sistemazione “definitiva” a questi rifiuti pesa anche sulle bollette. Ebbene sì, perché ognuno di…

READ MORE →
AmbienteCambiamento Climatico

Cambiamento climatico: fare meno figli e viaggiare meno ci salverà

Il cambiamento climatico è il risultato dell’accumulo di gas serra nell’atmosfera ma è anche il frutto di miliardi di decisioni e comportamenti individuali. E proprio per questo ognuno di noi può fare la differenza. Non è uno slogan ma lo dicono i risultati di un recente studio “The climate mitigation gap: education and government recommendations miss the most effective individual actions”. La ricerca avrebbe individuato una serie di “comportamenti” colpevoli che se “corretti” potrebbero essere fondamentali per ridurre l’impatto delle emissioni annuali prodotte da ogni individuo. La ricerca parla di 4 azioni in particolare da intraprendere, di cui una con implicazioni etiche non indifferenti: fare meno figli. Secondo lo studio …

READ MORE →
AmbienteDirittiEcologia

200 ambientalisti uccisi in un anno: mai così tanti

Difendere l’ambiente costa sempre più caro. Non parliamo di soldi ma di vite umane. Secondo il rapporto pubblicato oggi dall’organizzazione Global Witness almeno 200 ambientalisti nell’arco del 2016 hanno perso la vita per difendere il loro territorio. Numeri drammatici: per Global Witness la cifra è aumentata del doppio rispetto ai due anni precedenti. La stessa organizzazione parla di dati sottostimati avendo difficoltà a reperire tutti i dati. A registrare le perdite più numerose il Brasile, con 49 morti. Subito dopo c’è la Colombia, con 37 e poi le Filippine con 28. Infine c’è l’India, con 16 vittime. Non posso non ricordare Berta Cáceres, uccisa nel 2016 in Honduras che ha lottat…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbientecambiamento climaticoEconomiaSalute

Agricoltura del domani: le alternative concrete per coltivare il futuro

L’agricoltura sta vivendo un momento particolarmente difficile e complesso: anni di crisi che hanno messo in ginocchio il settore, ai quali ora si aggiunge anche il cambiamento climatico. In Europa, nel 2016, le aziende agricole hanno perso in media 14 punti percentuali di reddito. E le aziende italiane non sono da meno, in particolar modo quelle meridionali che rappresentano, con una perdita del 30%, il fanalino di coda di questa classifica. Un’agricoltura schiacciata dagli alti costi produzione in crescita anche a causa di un modello di produzione fragile e eccessivamente dipendente dalla chimica. Alti costi di produzione che si traducono in bassi ricavi per gli agricoltori, esposti ad una spietata competizione internazionale alimentata dai trattati di libero scambio -TTIP, CETA-, che vanno nella direzione opposta alla tutela della qualità e delle …

READ MORE →
AlimentazioneDirittiSalute

Allevamenti intensivi, 70 veterinari chiedono un cambiamento

Il cerchio si fa sempre più stretto intorno al tema degli allevamenti intensivi. 70 veterinari europei hanno di recente firmato una lettera in cui chiedono di alleviare la sofferenza degli animali negli allevamenti e nei macelli. I veterinari denunciano come il loro lavoro sia sempre meno concentrato sul garantire il benessere degli animali e sempre di più sul renderli maggiormente produttivi e a basso costo. In questi allevamenti le condizioni in cui vivono gli animali sono intollerabili: sovraffollamento, alti livelli di stress e violenza e condizioni igienico sanitarie vergognose. Animali che vivono e mangiano in mezzo ai propri escrementi, condizioni che inducono a veri atti di cannibalismo. Tutto ciò è inaccettabile. Leggi di più sull

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteSalute

CETA, no grazie! E ripensiamo a un’economia dal basso

Falso e ipocrita il ministro Martina. Dopo aver promesso un’etichettatura per salvare il riso locale dall’invasione di prodotti esteri a poco prezzo, il sedicente difensore della nostra agricoltura non sta facendo nulla per fermare l’accordo commerciale tra Ue e Canada, il cosiddetto Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement) che permetterà  a materie prime con standard inferiori ai nostri di arrivare sulle nostre tavole e che penalizzerà enormemente la qualità, i territori, i diritti, il lavoro, la salute e l’ambiente. Il 27 giugno, nonostante le tante persone scese in piazza del Pantheon, a Roma, per esprimere tutta la loro disapprovazione su questo trattato, il Ceta ha incassato la prima approvazione in commissione Affari esteri del Senato. Un accordo che avrà inevitabilmente impatti negativi sull’economia delle nostre regioni. Ne …

READ MORE →
AlimentazioneDiritti

Carne di cane in Cina, inizia il festival di Yulin ma gli attivisti salvano 1000 animali (video)

Qui mangiare carne di cane e gatto è come per la maggior parte del mondo mangiare carne di maiale o di mucca. Anzi di più, è una vera e propria tradizione. Tradizione che viene celebrata proprio in questo periodo, con l’inizio dell’estate, nella città di Yulin, nel Guangxi, dove è iniziata la festa della carne di cane. Si stima che almeno 10mila animali vengano macellati in strada per essere consumati nei ristoranti. Prima di arrivare al banco ed essere esposti per la vendita e appesi al gancio dei macellai, questi cani e gatti devono affrontare un viaggio che definire tortura è poco. Vengono infatti ammassati in minuscole gabbie e trasportati su camion affollati di altrettante gabbie, in auto o su motociclette. Animali allevati appositamente per la carne, ma non solo, a quanto pare anche cani e gatti domestici verrebbero indebitamente sottratti (rubati!) ai proprietari per farli fi…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazione

Due parole sul latte e la sentenza della Corte UE

A breve quando andrete al bar e chiederete un cappuccino con latte di soia forse non sapranno più che cosa darvi. Di cosa parlo? Una recente sentenza della Corte di giustizia europea ha decretato che «i prodotti puramente vegetali non possono, in linea di principio, essere commercializzati con denominazioni, come “latte”, “crema di latte” o “panna”, “burro”, “formaggio” e “yogurt”, che il diritto dell’Unione riserva ai prodotti di origine animale». Ma cos’è successo, perché improvvisamente la corte si esprime sul latte in questi termini? Dobbiamo andare in Germania, dove si è aperta una controversia tra la società TofuTown, che produce e distribuisce alimenti vegetariani e vegani come “burro di tofu” e “Veggie-Cheese”, e la Verband Sozialer Wettbewerb, un’associazione tedesca che ha l’obiettivo di contrastare la concorrenza sleale. La Corte ha dato ragione all’associazione, ricordando che le…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneSalute

Macello degli orrori: servono più informazione, controlli e sanzioni

Macello degli orrori: servono più informazione, controlli e sanzioni per fermare certi scempi ai danni delle persone e degli animali e permettere davvero ai cittadini di scegliere in maniera libera e consapevole cosa consumare. Per questo vorrei ringraziare Giulia Innocenzi e tutti gli attivisti di NoMattatoio che ieri hanno dato vita al sit-in davanti alla Asl di Frosinone prima e al macello di Ferentino dopo, accendendo un faro su una situazione davvero preoccupante. Il macello in questione è quello in cui si sono state girate le terribili immagini andate in onda su Rai Due martedì 18 aprile nel programma «Animali come noi» che mostravano chiaramente operatori impegnati nello svolgimento di pratiche vietate e maltrattamenti sugli animali: l’utilizzo ripetuto e continuato del pungolo elettrico, in alcuni casi anche sui cuccioli; la pratica della macellazione difforme dalle prescrizioni normative, con uccisione e stordiment…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneSalute

Macello degli orrori di Frosinone: sit-in di protesta e incontro con ASL

Come dimenticare le terribili immagini andate in onda su Rai Due martedì 18 aprile nel programma «Animali come noi» di Giulia Innocenzi che rivelavano il trattamento riservato agli animali in un macello di Frosinone? Bufalini lanciati per aria, maltrattati con il pungolo elettrico e decapitati vivi… Le immagini girate con telecamere nascoste dal team investigativo anonimo Free John Doe mostrano chiaramente gli operatori impegnati nello svolgimento di pratiche vietate e maltrattamenti sugli animali: l’utilizzo ripetuto e continuato del pungolo elettrico, in alcuni casi anche sui cuccioli; la pratica della macellazione difforme dalle prescrizioni normative, con uccisione e stordimento collettivo eseguiti ammassando gli animali nello stesso punto oltre alla decapitazione di animali ancora coscienti. Comportamenti illegali…

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteSalute

Antibiotico resistenza: nel mondo è allarme (ma qui tutto tace)

Antibiotico resistenza: nel mondo è allarme (ma qui tutto tace) Oltre 15 morti al giorno solo in Italia (7mila all’anno); 700mila morti nel mondo nel 2016; 10 milioni di morti entro il 2050. La causa si chiama ANTIBIOTICO RESISTENZA, un’emergenza sanitaria globale di cui nel nostro Paese nessuno parla.  Fuori dall’Italia la resistenza antibiotica è considerata un problema tanto serio quanto urgente, mentre qui né media né politica sembrano interessati ad affrontare la questione. Una questione che nel resto del mondo sta allarmando governi, scienziati e giornalisti. Ma non solo… anche il mondo della finanza si sta accorgendo della gravità della faccenda. Proprio in questi giorni è stato pubblicato un report di AMP Capital, una delle più grandi…

READ MORE →
AlimentazioneAmbienteEcologiaSalute

Bambini avvelenati: oltre 54 contaminanti differenti in ciascuno

Bambini avvelenati: oltre 54 contaminanti differenti in ciascuno… Aria, acqua e alimentazione: tre cose di cui non si può fare a meno ma che nascondo non poche insidie. Oltre 130 secondo una video-inchiesta della TV francese che ha calcolato il numero di residui chimici di pesticidi a cui ogni giorno ci sottoponiamo. La ricerca condotta dall’associazione dei consumatori francesi “60 millions de consommateurs” ha recentemente denunciato cifre incredibili, soprattutto legate ai bambini il cui organismo risulta contaminato da un cocktail di decine di inquinanti. In particolare, l’analisi dei capelli dei bambini ha evidenziato dati drammatici sui pesticidi nel loro corpo: fino a 44 pesticidi presenti e 54 contaminanti differenti per lo stesso bambino, con una media di 34 molecole classificate come potenziali interferenti endocrini….

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteSalute

Acqua avvelenata

Non solo glifosato. Anche alaclor, atrazina, terbutrina e clorpirifos invadono le falde acquifere italiane nel silenzio e nell’indifferenza generale. Tanto che male potrà mai fare un pesticida in più nelle nostre già martoriate acque? In realtà un po’ di differenza la fa. Questi nomi che ai più non diranno assolutamente nulla sono in realtà veri e propri veleni che ormai hanno infestato completamente i nostri suoli, l’acqua e di conseguenza il cibo che arriva sulle nostre tavole. A dirlo è il secondo rapporto dell’Ispra sui pesticidi 2013-2014 (ossia l’ultimo pubblicato, disponibile a questo link) secondo cui queste sostanze si trovano in concentr…

READ MORE →
AmbienteEcologiaSalute

MORIRE D’INQUINAMENTO, L’ITALIA PAGA PER FARLO

66000 morti premature all’anno. 66000 morti premature all’anno di cui nessuno parla, nessuno sa, nessuno vuole vedere. Perché? Perché sono morti da inquinamento. Un tema su cui uno Stato dovrebbe e potrebbe fare molto ma sul quale lo stato italiano non vuole fare nulla. E il motivo è presto detto: tutelare la salute dei cittadini significa prima di tutto tutelare l’ambiente e il nostro territorio, fare prevenzione, educazione e informazione; scontentare un po’ di lobby – soprattutto quelle del tanto amato fossile – e investire in alternative sostenibili ed ecologiche. Questa inefficienza ha fatto dell’Italia lo Stato europeo più colpito in termini di mortalità connessa al particolato. Ma malgrado questo il nostro governo non ha adottato alcuna misura legislativa o amministrativa idonea a risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico.  Dalla Commissione europea è arrivato così l’ennesimo monito …

READ MORE →
AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Nucleare: per un pugno di voti il rischio è altissimo e le multe salate

Nucleare: per un pugno di voti, grazie a questo governo, il rischio è altissimo e le multe salate. Era il 29 aprile 2016 quando Bruxelles ha messo in mora il nostro Paese per la (mala)gestione delle scorie radioattive. È passato un anno. Un anno dall’apertura della procedura di infrazione contro l’Italia da parte della Commissione Europea a causa del ritardo con cui il programma nazionale per l’attuazione della politica di gestione del combustibile esaurito e dei combustibili radioattivi è stato inviato alla Commissione Europea, e da allora nulla è cambiato. Anzi, nessuna delle criticità sollevate dalla Commissione è stata risolta. In barba alla direttiva 2011/70/Euratom (che regola la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi) ad oggi il governo e in particolare il ministero dello Svilupp…

READ MORE →
AgricolturaAmbienteEcologia

Lupo scuoiato e appeso in strada: situazione è fuori controllo

Ucciso, scuoiato e appeso in mezzo alla strada. È questo il raccapricciante episodio che si è svolto ieri nel livornese, a Suvereto, ai danni di un lupo. Si tratta di un fatto gravissimo, indice di una situazione fuori controllo. Non ci bastano le vane promesse del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. È anche responsabilità di questo governo se cacciatori e bracconieri si sentono liberi di compiere atti di tale gravità. In un Paese in cui i diritti di chi impugna un fucile per divertimento vengono prima dei diritti degli esseri viventi, dell’ambiente, della biodiversità e del nostro territorio simili derive sono praticamente ovvie. Spero che il Comando Unità Tutela Forestale Ambientale ed Agroalimentare Carabinieri, e in particolare il nucleo anti-bracconaggio, facciano il possibile per individuare in fretta i responsabili di un simile gesto criminale, fatto nei confronti di una specie già troppo …

READ MORE →
AgricolturaAmbienteEcologiaSalute

Tribunale Monsanto: per i giudici è colpevole!

Tribunale Monsanto: per i giudici è COLPEVOLE! Colpevole. È questa la sentenza emessa dal Tribunale Monsanto, l’iniziativa internazionale della società civile nata nel 2015 all’Aja, nei Paesi Bassi, con lo scopo di “giudicare i crimini di cui è imputata la Monsanto (oggi Bayer-Monsanto) nei settori ambientali e sanitari e contribuire al riconoscimento del crimine di ecocidio nel diritto internazionale”. Dell’iniziativa hanno fanno parte movimenti civici, ong e autorevoli personalità internazionali come l’ecologista indiana Vandana Shiva, l’australiano Andre Leu, presidente della Federazione internazionale dei movimenti d’agricoltura biologica, la scrittrice e regista Marie-Monique Robin, autrice dell’inchiesta Il mondo secondo Monsanto e madrina del progetto. Un processo unico e senza precedenti: un processo esemplare di cui hanno fatto parte giudici di cinque continenti che hanno sentenziato sulla base dei “Prin…

READ MORE →
Politica

Report a rischio chiusura: chi ha paura del giornalismo d’inchiesta?

Report a rischio chiusura: chi ha paura del giornalismo d’inchiesta? Ci sono pochi programmi in Italia in grado di fare giornalismo come Report. Pochi giornalisti con la loro professionalità e il loro coraggio. Non sempre ne ho condiviso la linea ma sempre ne ho apprezzato e stimato il lavoro. Un lavoro difficile, che nel nostro Paese diventa quasi impossibile. Perché se tocchi i grandi interessi – che sian…

READ MORE →
AlimentazioneAmbienteSalute

Olio di palma: in Europa è sinonimo di bassa qualità, ma in Italia si continua a difenderlo

Olio di palma: nel resto d’Europa è sinonimo di bassa qualità, ma in Italia c’è chi lo difende a spada tratta. Proprio così, nei Paesi dell’est Europa dire olio di palma significa dire prodotto di serie B, tant’è che alcuni Paesi hanno portato la questione addirittura al Consiglio Europeo. Il problema? Secondo l’attuale legislazione le multinazionali possono cambiare gli ingredienti da Paese a Paese, purché l’etichetta sia veritiera. Un test condotto su diversi cibi prodotti da grandi multinazionali – tra queste Coca Cola, Ferrero, Bahlsen, Igloo – e in commercio in tutti i Paesi Ue mostra che in alcuni di questi (in particolare Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca) gli ingredienti sono di qualità più scadente rispetto a quelli venduti nel resto d’Europa. I primi a verificare la faccenda sono stati gli slovacchi che hanno analizzato in laboratorio 22 prodotti di grandi multinazional…

READ MORE →
AlimentazioneAmbientePolitica

A Pasqua siamo tutti più buoni (ma già a Pasquetta tutto cambia)

A Pasqua siamo tutti più buoni (ma già a Pasquetta tutto cambia). Parafrasando il famoso detto “non si ingrassa da Pasqua a Pasquetta ma da Pasquetta a Pasqua”, si potrebbe dire che gli agnelli non si salvano da Pasqua a Pasquetta ma da Pasquetta a Pasqua. Soprattutto se di cognome fai Berlusconi o Boldrini, se tra gli scranni del Parlamento c’hai passato più di una Pasqua e se la possibilità di fare qualcosa di concreto per milioni di agnellini – non 3 o 4 – ce l’hai avuta davvero. Premetto: non ho nulla in contrario agli animalisti della domenica, anzi, qualsiasi persona che anche solo per un giorno risparmi questo abominio ben venga. Detto ciò mi sorprende l’ipocrisia di chi per anni ha avuto una reale possibilità in quanto maggioranza di far qualcosa di concreto su questi temi ed è sempre stato fermo, indifferente o complice e oggi si spaccia come paladino della causa ambientali…

READ MORE →