Energia

Prorogate ed incrementate le detrazioni fiscali per il risparmio energetico

Nella seduta del Consiglio dei Ministri (cdm) tenutosi in data odierna è stata decisa la proroga degli incentivi fiscali del 55% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 dicembre 2014, con un eco-sconto che è salito addirittura al 65% in caso di interventi  “importanti”, ovvero se implicheranno la riqualificazione di “almeno il 25% della superficie dell’involucro” del palazzo. Lo si legge nella bozza di DL con relativa relazione illustrativa in entrata al CDM. Il bonus per le ristrutturazioni al 50% prorogato dal cdm riguarderà anche gli arredi fissi (cucine, armadi a muro, bagni) e i lavori per l’adeguamento alle norme antisismiche.

Tale atto del Governo prende spunto anche dalla risoluzione n. 7-00003 della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici alla Camera (votata all’unanimità dai gruppi parlamentari presenti), in cui è stato il gruppo del Movimento 5 Stelle ad inserire la possibilità di incremento oltre il 55% dell’agevolazione fiscale sulla base di un effettivo risultato in termini di risparmio energetico. Siamo certi che questo provvedimento avrà positivi risvolti occupazionali e ambientali, confidiamo che sia data la possibilità anche agli incapienti di accedere a tali incentivi mediante Energy service (saving) company (ESCO), proposta anch’essa inserita da noi nella risoluzione. È un piacere per tutti.

In allegato il testo integrale della Risoluzione approvata all’unanimità il 15 Maggio 2013, nella VIII Commissione, in grassetto le nostre osservazioni recepite. In fondo le nostre osservazioni integrali.

Consiglio dei Ministri 31 maggio 2013 RISOLUZIONE 65%

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Proposta di legge M5S: Norme per il blocco del consumo di suolo e la tutela del paesaggio

Next post

Settimana dal 27 maggio al 2 giugno