Attività M5S

Resoconto settimana 3 – 9 giugno 2013

lunedi

La settimana inizia in agitazione. Ecco l’antefatto: Sabato due nostri deputati della Campania (Tofalo e Dimaio) sono ad un convengo urban forum sul tema dell’abusivismo edilizio. In quella sede ricevono una proposta di legge elaborata da un gruppo di attivisti, affermando che sarebbe stata analizzata e discussa da noi della commissione ambiente.
Sabato pomeriggio esce un l’articolo de “il fatto quotidiano” che afferma che la proposta era stata recepita dal M5S e che sarebbe stata presentata in parlamento a nome nostro. (http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/01/abusivismo-edilizio-m5s-presentera-ddl-per-ravvedimento-operoso/613328/)
La differenza tra le due versioni appare piccola, ma non lo è affatto. Infatti dopo aver analizzato la proposta, la abbiamo subito valutata inconciliabile con il programma del movimento.
Il fatto è che il momento è critico. Abbiamo appena presentato la nostra proposta per il blocco del consumo di suolo (proposta-di-legge-m5s-norme-per-il-blocco-del-consumo-di-suolo-e-la-tutela-del-paesaggio) e il consenso verso di questa sta crescendo presso associazioni e comitato, generando una crescente pressione verso la sua approvazione. Questa notizia bufala ha decisamente intorbidito l’aria proprio in vicinanza dell’inizio della discussione in commissione ambiente.
Abbiamo subito mandato le smentite del caso, ma con scarsa attenzione da parte dei giornali. Purtroppo la smentita è quasi sempre perdente e rischia di ingrandire la falla che si cerca di tappare.
Ecco di seguito il nostro comunicato stampa:

I gruppi parlamentari di Camera e Senato del M5S smentiscono nel modo più assoluto e cat…egorico ogni ipotesi di proposta di legge sul condono edilizio da parte del Movimento 5 Stelle, come invece sembra dalla lettura di alcuni articoli comparsi sui media nei giorni scorsi. L’equivoco è nato a seguito della partecipazione di due deputati del Movimento 5 Stelle – Tofalo e Di Maio – ad un’iniziativa organizzata a Ischia il 1 giugno scorso, durante la quale alcuni cittadini hanno consegnato un’ipotesi di proposta di legge dal titolo “Disposizioni volte alla riabilitazione dell’edificato” e che – correttamente, nel rispetto dei meccanismi di democrazia partecipata che regolano i rapporti degli eletti con cittadinanza e realtà territoriali – Tofalo e Di Maio hanno preso in consegna per una valutazione collegiale da parte delle Commissioni competenti di Camera e Senato del Movimento 5 Stelle.
I parlamentari 5 stelle delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato, hanno esaminato la proposta e l’hanno immediatamente giudicata inconciliabile con il programma del Movimento.

Del resto da alcune settimane stiamo lavorando ad una proposta di legge che va esattamente nella direzione contraria, ossia punta a bloccare ogni ulteriore consumo di suolo nel nostro paese, in linea con un grande dibattito culturale che vede impegnate da alcuni anni le associazioni ambientaliste e in prima linea autorevoli intellettuali.
I rappresentanti del Movimento 5 Stelle sono pienamente consapevoli di quanto sia preziosa la risorsa “territorio” nel nostro paese e siamo fermamente contrari a norme tese a legittimare i comportamenti illegali, le cui conseguenze, in termini ambientali, di qualità della vita e di aumento della vulnerabilità del territorio, sono ben note.
Per rafforzare ancora di più questa posizione abbiamo chiesto che la nostra proposta di legge “Norme per il blocco del consumo di suolo e la tutela del paesaggio” venga calendarizzata quanto prima in Commissione ambiente e abbiamo richiesto di ampliare il dibattito sull’argomento avviando un ciclo di audizioni parlamentari con esperti del settore.

La giornata continua con la riunione dei capigruppo e in aula con la discussione della mozione “iniziative volte al contrasto di ogni forma di violenza nei confronti delle donne”.

Martedi inizia in aula con l’informativa urgente del Governo sulla situazione dell’Ilva di Taranto. La situazione è notevolmente impestata e gli interventi mostrano, pur negandola, la contrapposizione tra l’esigenza di salvaguardare la salute dei cittadini e quella del lavoro. Noi stiamo studiando il il problema partendo dalle esigenze dei cittadini. Abbiamo formato un gruppo di studio sul tema con associazioni ed esperti.

Si continua in commissione ambiente dove si discute sulle nomine dei presidenti dei parchi dell’Aspromonte (Giuseppe Bombino) e delle Foreste Casentinesi (Luca Santini). La commissione deve solamente esprimere un parere sulle nomine, senza alcuna possibilità di scelta tra diversi candidati e neppure poter richiedere un’audizione coi candidati….sulla fiducia. Abbiamo potuto visionare solo il CV dei due: il primo un giovane professore universitario con una lista piuttosto impressionante di pubblicazioni, il secondo già commissario straordinario del parco ma con un cv ben meno consistente e un passato da presidente di una associazione di cacciatori. Insomma abbiamo fatto presente che ci saremmo astenuti, dato che appariva poco rispettoso per noi e per i candidati, esprimere un parere piuttosto inutile su persone che non si conoscono e senza possibilità di scelta.

Si continua ancora in aula con la votazione sulle “iniziative volte al contrasto di ogni forma di violenza nei confronti delle donne” e la discussione sulla mozione TAV.

Mercoledi mattina commissione ambiente. Si vota sulle nomine e sul parere al DL 35/2013 “Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali”. Abbiamo dato parere positivo ma lottato per inserire un osservazione di censura alla norma introdotta al Senato, che procrastina per due anni ancora la possibilità di utilizzare in modo distorto gli oneri di urbanizzazione per finanziare le spese correnti dei comuni.

Si continua in aula per la conversione in legge, con modificazioni, del DL 35/2013 e sulla mozione TAV. Seguite qui i nostri interventi:

http://www.youtube.com/watch?v=4pvvKsJkKtE

Giovedi.

La giornata inizia in aula con le interpellanze urgenti al governo. Si continua poi in commissione ambiente dove, alla presenza di un rappresentante del ministro Orlando, si procede al question time, ovvero interrogazioni a risposta immediata. Leggiamo una interrogazione sulla costruzione dell’autostrada pedemontana che dovrebbe passare anche per i comuni interessati dall’incidente della fabbrica chimica Icmesa (Seveso) che nel 1976 determinò la fuoriuscita di diossina determinando enormi danni ambientali e alla salute dei cittadini. Il timore è che movimentare i terreni contaminati possa generare ulteriore danno ambientale (trovate l’interrogazione qua http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=1934&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IMMEDIATA+IN+COMMISSIONE%27).

La giornata procede poi con una riunione di coordinamento e successivamente con la riunione del gruppo rifiuti.

Venerdi

Si parte verso il nord la visita allo stabilimento Acna a Cengio. Leggete il comunicato stampa postato ieri. La sera si corre a Fontaneto Po per una festa a 5 stelle dove io, Ivan Della Valle il consigliere regionale Davide Bono e i senatori Carlo Martelli e Alberto Airola, abbiamo presentato la nostra rispettiva attività nelle commissioni e in aula e poi continuato una conversazione aperta alle domande ed istanze dei cittadini.

Sabato

Un po di lavoro sul Blog: ho inserito la sezione sondaggi e sistemato quella per recepire le segnalazioni. Poi nel pomeriggio riunione col gruppo M5S di Vercelli per organizzare le attività delle prossime settimane.

Domenica

Riposo e viaggio di ritorno!!!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

I parlamentari del M5S visitano il sito Acna di Cengio

Next post

Sintesi della proposta di legge "Norme per il blocco del consumo di suolo e la tutela del paesaggio"