Ambientecambiamento climaticoEnergia

Rinnovabili, sempre in mano a delle pippe?

C’è chi il problema dell’esaurimento delle risorse energetiche lo prende davvero seriamente, e chi invece in modo decisamente più scherzoso. A mettere (quasi) tutti d’accordo, però, è sempre più spesso la necessità di affidarsi all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili. E fra queste ce n’è una che non avreste mai detto: quella che può essere originata grazie all’auto-masturbazione.

Sì, avete capito bene! L’originale idea (più pubblicitaria che altro) è venuta al sito di condivisione libera di materiale video pornografico PornHub. Che, in un dettagliato video promozionale, ha lanciato un suo nuovo progetto: Wankband, il bracciale per ricaricare pc, tablet e smartphone con energia pulita ottenuta “dai vostri pensieri più sporchi”.

Come funziona? Al suo interno ha un sistema come quello di una piccola dinamo, che produce elettricità con il movimento oscillatorio del braccio. Mentre una batteria al suo interno immagazzina l’energia per ricaricare il proprio tablet o telefono semplicemente collegandoli con una presa Usb.

“Il potere è nelle vostre mani”, recita lo slogan di Wankband. Ed è letteralmente così. O meglio, lo sarà, perché per ora questo aggeggio è solo in fase di sviluppo. Non se ne conosce ancora il prezzo, né la data in cui sarà reperibile sul mercato, ma il portale hard britannico (41 milioni di visitatori ogni giorno – quindi un discreto impatto ambientale) dà la possibilità di iscriversi per testare il dispositivo in anteprima.

Possiamo esserne certi: se venisse diffuso in Italia avremmo risolto gran parte dei nostri problemi di indipendenza energetica! E di sicuro, dopo anni di sussidi dati a pioggia e quasi senza criterio, devastazioni ambientali, terreni agricoli coperti di pannelli fotovoltaici, parchi eolici destinati a restare fermi, aziende energetiche scomparse dall’oggi al domani dopo avere preso i sussidi di cui sopra, lasceremmo ancora gran parte della produzione di energia da fonti rinnovabili a… delle pippe. Anche se in questo caso più innocue e meno costose per la collettività di quelle che le hanno precedute.

Previous post

#iomangiosostenibile Vasco Merciadri, video

Next post

Agostini rinvio a giudizio