AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Petrolio: la non risposta di un Governo che non guarda al futuro

Prima c’è stato Livorno, Voltri, Villasanta. Solo l’anno scorso è toccato a Genova. E proprio in questi giorni arrivano immagini sconvolgenti dalla Basilicata, dove il lago Pertusillo si è tinto – nuovamente – di marrone. Potrebbe trattarsi di una – nuova – fuoriuscita di idrocarburi derivanti dalle attività estrattive dell’Eni in partnership con la Shell. Non sarebbe la prima volta. La Procura di Potenza ha avviato un’indagine. Ma nessuno ne parla. Potrebbe trattarsi di un disastro ambientale. L’ennesimo. Ma meglio soprassedere. C’è altro di cui parlare del resto. Perché occuparci della nostra terra? Dell’acqua che beviamo, dell’aria che respiriamo o del Paese che lasciamo ai nostri figli? Solo chi abita zone direttamente interessate può capire la gravità di quello che succede. Per il resto silenzio e indifferenza. Ma la questione ci riguarda tutti molto da vicino. Il rischio di estrarre id…

READ MORE →
AmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaPolitica

Governo 5 Stelle, il programma parte dall’energia

Si inizia a discutere online il programma di governo del MoVimento 5 Stelle. Si parte dall’energia. Partecipate! Nei prossimi giorni si inizierà a votare. di Beppe Grillo Di nuovo a parlare di energia. Sono 30 anni che parlo di energia. Dal Wuppertal Institute al Fattore Quattro, ai fratelli Weizsäcker, Sachs, Lester Brown. Li avevo conosciuti tutti nel mondo. Tutti che parlavamo di energia perché è un cambio di civiltà. Allora fatevi una domanda: un barile di petrolio costa 50 dollari, un barile di Coca Cola costa 350 dollari. Secondo voi è una cosa normale? Secondo voi è un’economia razionale? Intelligente? Di buon senso? Che cosa c’è sotto che vogliono ancora ripristinarci il petrolio…

READ MORE →
La casa che si mantiene da sola
AmbienteEnergiaFuturo SÌ Futuro NO

La casa che si mantiene da sola

Fra le principali preoccupazioni di una famiglia, ci sono giustamente i costi per mantenere la casa. Allo stesso tempo, fra le voci più importanti di inquinamento urbano ci sono quelle dovute agli edifici. Ma cosa si può fare per ridurre l’impatto ambientale delle nostre abitazioni? Un’infinità di cose, a partire dall’efficientamento delle stesse, fino all’adozione di sistemi che ci permettano di risparmiare acqua ed energia, o di usare solo fonti rinnovabili. Ma c’è chi è andato ben oltre le semplici misure per rendere la propria dimora più ecocompatibile, e ha costruito una casa che si mantiene da sola! Come Ivan Piga, che nel 2012 ha iniziato un suo progetto personale: costruirsi una casa che impattasse meno sia sull’ambiente che sul proprio portafogli, appunto. Obiettivo iniziale: risparmiare soldi, e po…

READ MORE →
Terna Montenegro
Attività M5SEnergiaMinipost

Terna Montenegro, affari poco chiari

Tra trivelle e alta velocità, l’Italia avrà a breve un’altra grande opera inutile. E chi la realizza non ha nemmeno il pudore di nascondere il fatto che è sceso in affari con persone senza scrupoli e già segnalate alle autorità internazionali. Succede in Italia, dove un rappresentante di Terna ha rilasciato un’intervista al quotidiano online abruzzese Prima da noi sull’elettrodotto che conferirà energia elettrica dall’Est Europa all’Italia entro il 2019. L’intervistato in modo diretto e prosaico non teme le domande delicate sui temi ambientali ed economici che pone l’intervistatore. Leggete voi stessi queste incredibili risposte: DOMANDA: Non c’è il concreto rischio di importare l’energia sporca della centrale termo a lignite di Plievlja? RISPOSTA: «Il cavo trasporterà energia, come tutte le reti elettriche…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoEnergiaScorie nucleari

Anche in Cina il vento batte il nucleare

La Cina, nuova potenza nucleare che entro qualche anno avrà da sola più reattori che tutto il resto del mondo messo assieme, vede aumentare di anno in anno la produzione di energia da fonte eolica. Nel corso del 2014, infatti, nonostante venti più deboli del solito, l’elettricità generata dal vento ha superato quella sporca ed estremamente pericolosa proveniente dall’atomo, raggiungendo oltre 110 milioni di case. A rivelare la notizia è l’Eart Policy Institute, per cui obiettivo della Cina è quello di avere 200 gigawatt connessi alla rete eolica entro il 2020. “Secondo il China National Energy Administration – scrive l’Earth Policy – il paese ha circa 77 gigawatt di capacità eolica oggi in costruzione”. Ma è una buona o una cattiva notizia? Visti i numeri, a livello di infrastrutture da costruire l’impatto sul…

READ MORE →
sabbie bituminose gli effetti su ambiente e salute dei cittadini
Energia

Governo Fossile 2.0

Renzi e Ue puntano all’indipendenza energetica? Sì, con le fonti fossili più inquinanti al mondo: le sabbie bituminose canadesi! Il governo Renzi e l’Ue, persi ormai nella loro smania di TTIP e di CETA (accordo commerciale bilaterale tra Ue e Canada), insistono con la loro politica fossile. Una politica miope, sporca e condotta come al solito a spese dei cittadini e dell’ambiente. E a favore di poche grandi corporation, ovviamente. Lo scorso 21 gennaio, il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, insieme al vice-ministro Claudio De Vincenti, ha incontrato Ed Fast, ministro del Commercio internazionale del governo canadese. Motivo dell’incontro? Portare l’Italia a importare gas liquefatto e petrolio proveniente dai giacimenti di sabbie bituminose canadesi. Il tutto con la benedizione di Bruxelles. La Commissione europea, infatti, ha recentemente ri…

READ MORE →
SoGin nucleare scorie decommissioning smantellamento referendum denuclearizzzione
Energia

Massima chiarezza sulla dismissione nucleare

Il nucleare è un altro argomento sul quale intendiamo focalizzare la nostra attenzione. Non solo perché il tema dell’energia nucleare è di fondamentale importanza per comprendere il futuro assetto energetico del paese, ma anche perché in Piemonte sono presenti ben tre siti di interesse specifico, ossia la centrale di Trino (VC), l’impianto Fabbricazioni Nucleari di Bosco Marengo (AL) e l’impianto Eurex di Saluggia (VC). Come ricorderete con il voto referendario del 12-13 giugno 2011 la maggioranza del popolo italiano ha dichiarato in maniera netta la sua contrarietà  all’uso del nucleare per la produzione di energia elettrica, all’interno del nostro territorio. Una data che h…

READ MORE →