Expo è finita. Ora contiamo i danni!
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEconomiaEventiFuturo SÌ Futuro NOTutela del suoloTutela del territorio

Expo è finita. Ora contiamo i danni!

Sabato scorso è finito il baraccone di Expo, un non senso di cementificazione e sperpero di denaro pubblico con cui, adesso, si dovranno finalmente fare i conti. Ne è valsa la pena, considerando i miliardi di euro (nostri) buttati, i conflitti di interesse già nella vendita dei terreni, le bonifiche, gli sprechi di terreni e di acqua destinati all’agricoltura e un bilancio economico ancora da definire? Si vedrà. Si sono spesi circa 40 euro a persona, per entrare negli ettari cementati. Terreni che si è pure scoperto essere inquinati, ma solo dopo averli comprati a peso d’oro: aree destinate ai vialoni con i vari padiglioni. Tutto lì a fare la muffa, adesso, dopo che lo si è pagato la modica cifra di circa

READ MORE →
expo_prosciuga_terreni_agricoli
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaEconomiaFuturo SÌ Futuro NOLavoroTutela del suoloTutela del territorio

L’Expo prosciuga i terreni agricoli!

Ci sono mille motivi per schierarsi contro il baraccone di Expo 2015, i suoi sprechi e le sue contraddizioni. Il più valido, però, è il fatto che invece di “nutrire il pianeta” questa assurda esposizione lo affama, lo asseta e lo devasta ulteriormente. Anche e soprattutto a livello locale. Che ne sarà infatti dei terreni agricoli cementificati per questa Disneyland degli ingordi? E in quali condizioni si ritrovano i campi rimasti? Grazie all’esposizione, già prosciugati! E’ quanto lamentano ben settemila aziende agricole che vivono grazie alle acque del Ticino: per riempire i suoi canali, infatti, l’Esposizione universale prosciuga il fiume lasciando letteralmente a bocca asciutta gli agricoltori della regione circostante. Temperature elevate e siccità non bastavano, insomma. E a poco più di due mesi dall’avvio di

READ MORE →
AgricolturaAlimentazioneAmbienteEcologiaIomangiosostenibilePolitica

Buona Giornata mondiale dell’Ambiente!

Oggi, come ogni 5 giugno dal 1972, è la Giornata mondiale dell’Ambiente. Questa festività, proclamata a suo tempo dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, vuole sensibilizzare i cittadini di tutto il mondo su un tema specifico. Quello di questo 2015? L’uso efficiente delle risorse e dei modelli sostenibili di consumo e di produzione. Le celebrazioni ufficiali della Giornata quest’anno si terranno in Italia, e più precisamente a Expo. Oggi vorrei però evitare di dire che Expo 2015 è solo un baraccone inutile, e non voglio neanche pensare a cosa rimarrà dei terreni agricoli perennemente cementificati per l’“esposizione universale”, quando questa sarà finita. Voglio solo ricordare l’importanza dei temi trattati, il peso che ha la nostra alimentazione insostenibile sull’ambiente, la necessità di capire che siamo su un pianeta limitato, dalle ri…

READ MORE →
AgricolturaAmbienteTutela del territorio

Moria delle api, ultima chiamata!

Se le api scomparissero dalla faccia della Terra, alla specie umana non resterebbero che quattro anni di vita. Questa affermazione, sia essa di Einstein o meno, nasconde una profonda verità: le api e gli insetti impollinatori svolgono un ruolo fondamentale per la sopravvivenza di tutte le altre specie viventi. Inclusa appunto quella umana, le cui coltivazioni prosperano più per questi piccoli animali, che per le sempre maggiori quantità di sostanze chimiche che utilizza. Negli ultimi decenni, infatti, l’agricoltura è diventata sempre più intensiva, e diserbanti, fertilizzanti chimici e una pletora di sostanze tossiche hanno avuto un sempre più largo utilizzo. Chi ha maggiormente risentito degli stravolgimenti che hanno portato ecosistemi naturali a diventare sovra-sfruttate aree agricole sono proprio gli insetti impollinatori. Le api, innanzitutto, ch…

READ MORE →
no expo cemento css
Energia

EXPO 2015: NUTRIAMO IL PIANETA DI DIOSSINA

Stiamo discutendo alla Camera il decreto legge 43, un decreto proteiforme che mira a contenere alcune emergenze ambientali, come il rilancio dell’area industriale di Piombino e la ricostruzione delle zone terremotate di Emilia e Abruzzo. Il decreto, però, porta al suo interno una serie di provvedimenti non attinenti e certamente non emergenziali. Accanto alla ricostruzione, infatti, troviamo provvedimenti in merito all’autostrada Cecina – Civitavecchia, a detta del Governo necessaria alla rinascita industriale di Piombino, mentre, all’articolo 5 si parla di EXPO 2015. Per semplificare le opere dell’EXPO, sarà consentita la costruzione di manufatti non rispondenti ai criteri di sostenibilità energetica previsti in Lombardia. Ancora peggio si consentirà l’utilizzo di cemento ottenuto con “combustibili solidi secondari” (CSS), un nome che nasconde qualcosa di ben più comune e conosciuto: i r…

READ MORE →