AmbienteEcologiaEnergiaSalute

Nucleare: per un pugno di voti il rischio è altissimo e le multe salate

Nucleare: per un pugno di voti, grazie a questo governo, il rischio è altissimo e le multe salate. Era il 29 aprile 2016 quando Bruxelles ha messo in mora il nostro Paese per la (mala)gestione delle scorie radioattive. È passato un anno. Un anno dall’apertura della procedura di infrazione contro l’Italia da parte della Commissione Europea a causa del ritardo con cui il programma nazionale per l’attuazione della politica di gestione del combustibile esaurito e dei combustibili radioattivi è stato inviato alla Commissione Europea, e da allora nulla è cambiato. Anzi, nessuna delle criticità sollevate dalla Commissione è stata risolta. In barba alla direttiva 2011/70/Euratom (che regola la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi) ad oggi il governo e in particolare il ministero dello Svilupp…

READ MORE →
NUCLEARE
Azioni discusse con i cittadini

Nucleare, procedura infrazione contro Italia

Ormai è ufficiale: l’Unione Europea ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia. Questo significa che, ancora una volta, i cittadini dovranno pagare per gli errori e le inadempienze della classe politica che li governa. Il nostro Paese è stato, infatti, messo in mora dalla direzione generale Energia della Commissione Europea per il ritardo con cui il nostro governo ha presentato il piano nazionale sulla gestione delle scorie nucleari (avrebbe dovuto essere trasmesso entro agosto 2015, ma è stato inviato solo a febbraio 2016). La Commissione, inoltre, ha serie perplessità inerenti il testo del programma italiano (che non è ancora stato reso pubblico) che dovrebbe contenere l’elenco dei possibili siti di stoccaggio. Come al solito in Italia su queste cose si temporeggia… non si può certo rischiare di perdere i voti e i con…

READ MORE →
AmbienteAttività M5SEcologiaEconomiaEnergiaTutela del mareTutela del suoloTutela del territorio

L’Italia è una bomba atomica, Ue interverrà

E’ gravissimo e niente affatto rassicurante il valzer di annunci e smentite in merito alla pericolosità di fughe radioattive nelle acque superficiali vicine al deposito di scorie nucleari di Saluggia, comune della provincia di Vercelli dove si concentrano la maggior parte dei rifiuti radioattivi. Pochi giorni la Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, in Piemonte per una visita ispettiva, ha reso nota una contaminazione radioattiva della falda superficiale. Sebbene la Sogin, società incaricata dello smantellamento dell’eredità nucleare, si sia affrettata a smentire la correlazione con l’impianto Eurex, addossandola al vicino impianto di Sorin. Insomma, cambia la sigla ma non il pericolo per i cittadini. Come riporta un articolo de La Stampa del 25 gennaio, l’anomalia del resto non è isolata: durante l’estat…

READ MORE →
Deposito rifiuti radioattivi
AmbienteEnergiaScorie nucleari

Nucleare: quanto ci costeranno i calcoli elettorali del governo?

Si sa, l’Italia è il paese delle emergenze. Finché non succede nulla di grave meglio non svegliare il can che dorme. Meglio lasciare le pericolosissime scorie radioattive in situazioni precarie, in depositi temporanei costruiti in luoghi totalmente inadatti. Meglio non dire alla popolazione il rischio che sta correndo. Meglio non ricordare la motivazione per cui i comuni ricevono denaro, i cosiddetti fondi Scanzano, per mitigare e compensare il rischio gravissimo a cui sono esposti i cittadini che vivono in prossimità di questi depositi. Ma se in Italia siamo abituati a reagire solo dopo che è successa la tragedia in Europa sono abituati a far rispettare le scadenze. E un’importante scadenza per l’Italia era il 31 dicembre 2014. Entro quella data il nostro Governo avrebbe dovuto presentare un programma nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi. Il programma avrebbe dovuto contenere un pi…

READ MORE →
rinnovabili all'angolo
Ambientecambiamento climaticoCambiamento ClimaticoEnergiaPoliticaScorie nucleari

Rinnovabili: nuovi progetti o solo bluff?

Si è parlato tanto di clima e rinnovabili, soprattutto durante i giorni di COP21. In tanti si sono stracciati pubblicamente le vesti in nome della difesa del clima, dello sviluppo delle rinnovabili e del dovere tentare di mantenere la vita su questo pianeta per come la conosciamo. Eppure, la realtà è tristemente lontana dalle dichiarazioni sentite a Parigi: sia in Italia che all’estero dominano incontrastati i combustibili fossili. E fra chi avrebbe i mezzi per dare un decisivo impulso alle energie pulite, c’è chi si imbarca in (folli) progetti nucleari. Partiamo dai fossili. In tutto il mondo, al momento, sono la principale fonte di energia. Salvo qualche rara eccezione, carbone, gas e petrolio continuano a soffocare (letteralmente) ogni possibilità di reale sviluppo alternativo. Complici gli aiuti (gen…

READ MORE →
traffico rifiuti nucleari
AmbienteAttività M5SEcologiaEnergiaFuturo SÌ Futuro NOMinipostMozioniPoliticaSaluteScorie nucleariTutela del territorio

Scorie nucleari: zero controlli alle frontiere

Oggi ho presentato un’altra interrogazione sulla questione della sicurezza nucleare nel nostro Paese. Anzi, dovrei dire sull’insicurezza. Quando di parla di rifiuti radioattivi e trasporti di scorie, infatti, l’Italia riesce a distinguersi per inefficienza, malagestione dei rischi e indisposizione a comunicare le eventuali misure di emergenza alle popolazioni potenzialmente interessate. Da cosa? Dal via vai di scorie nucleari e materiali radioattivi da e per la Francia, ad esempio, che va avanti ormai da molti anni. In base al nostro ordinamento, il Ministero dell’Interno, tramite il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, dovrebbe effettuare i controlli alle frontiere per evitare che entrino nel nostro Paese sostanze radioattive, ma per qualche ragione i nostri vigili del f…

READ MORE →
fukushima Radioactive water tanks
AmbienteEcologiaEnergiaScorie nucleariTutela del mare

Fukushima, l’incubo nucleare continua

Mentre a Fukushima i problemi sono ben lungi dall’essere risolti, una nuova ricerca avverte: “Potrà esserci una nuova Chernobyl entro i prossimi 27 anni”. Il decommissioning di ciò che rimane della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, distrutta dal terremoto-tsunami dell’11 marzo 2011, potrebbe richiedere altri 40 anni, per essere completato. La sua spesa totale? Incluse le compensazioni per le migliaia di persone a suo tempo costrette a lasciare le proprie case, più di 76 miliardi di euro. Cifre da capogiro che, aggiungendosi a quelle già spese finora (oltre 15 miliardi di euro – anche per i circa seimila operatori coinvolti), non permettono nessun ottimismo. Il principale problema, però, non sono i soldi. Sono gli effetti a lungo termine su salute e ambiente del fallout radioattivo. E l’acqua contaminata che, da …

READ MORE →
EnergiaMinipostScorie nucleari

Deposito nucleare: per il governo se ne parla dopo le elezioni

Cittadino! Prima vota e poi potrai sapere se il deposito che conterrà tutte le scorie italiane sarà o meno nel tuo territorio!  La risposta che ci ha dato stamani il ministero dell’Ambiente in merito ai ritardi nella presentazione della carta dei siti idonei a ospitare il futuro deposito nucleare nazionale (carta CNAPI) è inconsistente e fa gridare allo scandalo. Abbiamo chiesto al Governo delucidazioni sull’iter che porterà alla scelta del luogo dove saranno definitivamente custodite le scorie a bassa e media intensità, questione che interessa da giorni cittadini e media. Ci siamo sentiti rispondere che la tempistica è stata rispettata con tanto di “verifica di coerenza” interna, ma che sarà necessario attendere almeno sino al 14 giugno per raccogliere tutti i dati necessari per il nulla osta. Occorre ricordare che i Ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico avrebbero dovuto dare il via all…

READ MORE →
fondi scanzano saluggia
AmbienteEnergia

Fondi Scanzano Saluggia: aiutano davvero l’ambiente?

Fondi Scanzano Saluggia (Vc): aiutano davvero l’ambiente? Grazie agli attivisti M5S, ho scoperto un caso ambientale e che coinvolge una quantità considerevole di denaro pubblico. Con i colleghi portavoce, come M5S ho chiesto chiarezza sulla definizione di misure di compensazione in campo ambientale per i territori interessati, anche soltanto perché limitrofi, dalla presenza di centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare fino al definitivo smantellamento con il deposito unico nazionale. Analizzando il mio territorio – il Piemonte, che detiene il record di rifiuti nucleari con il 96% delle scorie divise tra i comuni di Bosco Marengo, Trino e Saluggia – ho seguito insieme agli attivisti locali la singolare vicenda del comune di Saluggia (Vercelli), dove il prim…

READ MORE →
Ricorso ISIN Agostini
Energia

Nucleare Trino e Saluggia, nuovi ritardi

Nucleare Trino e Saluggia, nuovi ritardi in arrivo. Ho interrogato i ministri Guidi e Galletti sui ritardi della carta Cnapi per il deposito unico. Il malgoverno e le scelte clientelari a fini elettorali mettono di nuovo a repentaglio la salute dei cittadini su un tema delicatissimo come la dismissione nucleare. Tanto più si avvicinano le prossime elezioni e tanto più si allontana la presentazione pubblica della mappa che indica i siti possibili per la costruzione del deposito unico atto a custodire tutte le scorie radioattive italiane. Secondo il cronoprogramma concordato con la Sogin, infatti, i ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico avrebbero dovuto emettere entro il 13 aprile la Carta delle Areee potenzialmente idonee. E da quel giorno sarebbe partito il periodo di comunicazione con i cittadini in un percorso concordato con Ispra e Sogin. Ma della Carta non v’è traccia.

READ MORE →
nucleare ISIN Camera
Energia

Agostini rinvio a giudizio

Antonio Agostini rinvio a giudizio: le reazioni M5S e le prossime azioni sul territorio Le indagini della Procura di Roma sull’operato di Antonio Agostini, attualmente segretario generale del ministero dell’ambiente e in attesa, da novembre, della ratifica della nomina a direttore dell’Isin, si sono concluse ieri con il suo rinvio a giudizio. Sono state confermate le accuse di turbativa d’asta e abuso d’ufficio, al tempo in cui Agostini era direttore generale del Miur e gestiva milioni di euro, erogando finanziamenti europei a progetti di ricerca senza la verifica dei requisiti di legge.

READ MORE →
fondi scanzano saluggia
AmbienteAzioni discusse con i cittadiniEnergia

Nucleare Legambiente Vercelli, M5S propone…

Nucleare Legambiente Vercelli, M5S propone a movimenti e cittadini un programma nazionale scritto dal basso per gestire il decommissioning. Ci incontreremo in Piemonte e magari altre parti d’Italia! “Rispondiamo all’irricevibile piano industriale di Sogin con la scrittura dal basso del programma nucleare nazionale, che avverrà durante incontri con la cittadinanza sul territorio piemontese” anticipano il deputato vercellese Mirko Busto ed il capogruppo M5S in Regione Giorgio Bertola. E’ stato annunciato a Saluggia (VC), durante l’incontro pubblico promosso da Legambiente e Pro Natura del Vercellese e dedicato al programma industriale di Sogin. “Allo stato attuale delle cose Sogin non pare agire nella direzione di un reale decommissioning dei siti di Saluggia e Trino” c…

READ MORE →
AmbienteEnergiaSaluteScorie nucleari

Fukushima, 4 anni dopo

Sono già passati 4 anni da quel terribile 11 marzo 2011, giorno in cui terremoto e tsunami hanno sconvolto il Giappone. E sono già passati 4 anni, quindi, dalla catastrofe nucleare che ne conseguì. A Fukushima, infatti, la furia dell’ambiente e l’incapacità degli umani di gestire situazioni più grandi di loro portò alla fusione del nocciolo di tre reattori della centrale nucleare omonima. Risultato? La radioattività rilasciata ha portato l’incidente ad essere classificato al massimo di gravità per quelli nucleari (livello 7, raggiunto prima solo da Chernobyl), con un’area di 600 chilometri attorno alla centrale contaminata e il mare radioattivo fino a cinquanta volte i limiti di sicurezza. Oggi, cosa è cambiato? Ben poco: su 150 mila persone costrette ad abbandonare le loro case, 120 mila non sono ancora potute rientrare. Ci sono 54 mila depositi di materiali radioattivi in giro per la prefettura di Fukushima (le stime ufficiali parlano anche di 28 milioni di…

READ MORE →
Ambientecambiamento climaticoEnergiaScorie nucleari

Anche in Cina il vento batte il nucleare

La Cina, nuova potenza nucleare che entro qualche anno avrà da sola più reattori che tutto il resto del mondo messo assieme, vede aumentare di anno in anno la produzione di energia da fonte eolica. Nel corso del 2014, infatti, nonostante venti più deboli del solito, l’elettricità generata dal vento ha superato quella sporca ed estremamente pericolosa proveniente dall’atomo, raggiungendo oltre 110 milioni di case. A rivelare la notizia è l’Eart Policy Institute, per cui obiettivo della Cina è quello di avere 200 gigawatt connessi alla rete eolica entro il 2020. “Secondo il China National Energy Administration – scrive l’Earth Policy – il paese ha circa 77 gigawatt di capacità eolica oggi in costruzione”. Ma è una buona o una cattiva notizia? Visti i numeri, a livello di infrastrutture da costruire l’impatto sul…

READ MORE →
fiera in campo 2015 locandina
AgricolturaAmbienteMinipost

Fiera in Campo 2015, M5S tra i relatori

Fiera in Campo 2015: M5S sarà presente domani mattina, sabato 28 febbraio, a questo incontro di settore giunto alla 38esima edizione e avente come tema la risicoltura italiana. Con l’organizzazione di Anga, presso il polo fieristico di Caresanablot (Vercelli), dalle 9.30 alle 12 si terrà anche un dibattito sul’identità del riso nostrano. M5S è stato invitato a partecipare e per questo siederò tra i relatori dell’evento (vedi locandina nella foto). Il dibattito, in tempi di TTIP e clausole di salvaguardia, sarà cruciale per tastare il polso del settore. Inoltre la produzione risicola in Italia si svolg…

READ MORE →
deposito d3 saluggia, l'area dove sorgerà
AmbienteEnergia

Deposito D3 Saluggia: a chi giova?

Deposito D3 Saluggia (Vercelli): a chi giova? E ancora: siamo condannati a un’Italia di cemento inutile e spazzatura nucleare? Secondo il Movimento 5 Stelle un’altra visione è possibile. Per questo, per la questione del nucleare a Saluggia presenteremo a ore un’interrogazione a risposta in commissione sul progetto di deposito D3 a Saluggia. Troviamo inutile  che, tra ritardi e gravi lacune, s’inizi la costruzione di un deposito temporaneo – il D3 appunto – atto a ospitare scorie cementificate ad alta intensità. Tali rifiuti dovranno essere obbligatoriamente ospitati, appena sarà pronto, nel Deposito nazionale, il cui sito è in fase d’individuazione e che siamo quasi certi non sarà più quello saluggese a causa dell’evidente rischio idrogeologico. Quando sarà pronto il deposito D3? Si parla del 2019. Cioè pochi anni prima dell’avvio d’attività previ…

READ MORE →
Radioattività
MinipostRifiutiScorie nucleari

Vittoria ‪#‎M5S‬, tolto appalto ‪#‎nucleare‬ ai corruttori!

NUCLEARE/SALUGGIA – BUSTO (M5S) “COMMISSARIATO APPALTO CEMEX, UN OTTIMO RISULTATO” Roma – 11 febbraio 2015 – Roma – 11 febbraio 2015 – “Il commissariamento dell’appalto Cemex nel sito Eurex di Saluggia è un’ottima notizia per la collettività ed è un risultato conseguito dopo le denunce del Movimento 5 Stelle che a ottobre scorso hanno scritto una lettera  inviata ad Anac. Quindi, secondo notizie ricevute, sono stati nominati due amministratori straordinari per l’appalto Cemex” sintetizza il deputato vercellese Mirko Busto, membro della Commissione Ambiente alla Camera e firmatario della stessa lettera. “Il primo ottobre – racconta Mirko Busto, deputato vercellese e firmatario della lettera – inviammo una missiva nella quale avevamo sottolineato gravità e delicatezza della vicenda legata alle indagini su appalto e costruzione del deposito per scorie liquide situato nella provincia più nuclearizzata d’Italia, quella di Ve…

READ MORE →
Ricorso ISIN Agostini
Energia

EURATOM M5S news

EURATOM M5S news: Il M5S prosegue nel suo cammino verso il ritiro della nomina di Antonio Agostini a capo dell’ISIN, ente che vigilerà sullo smantellamento nucleare italiano, ed ha già acquisito diversi documenti. L’ho annunciato durante un evento pubblico nel vercellese, provincia italiana che raccoglie oltre il 96% delle scorie radioattive totali italiane. Quello di Agostini è un nome inaccettabile che va contro la direttiva europea sulla gestione del nucleare negli Stati membri (Direttiva 2011/70/EURATOM).  Per questo ci stiamo preparando a dar battaglia in ogni sede possibile con l’acquisizione di documenti di varia natura. Al centro del contendere c’è, anche se non ancora conclusa, la vicenda giudiziaria di Agostini, braccio destro del ministr…

READ MORE →
nucleare vercelli locandina 2014
Energia

Nucleare Vercelli cosa c’è da sapere

Nucleare Vercelli cosa c’è da sapere: sarò alla serata M5S dedicata, in provincia di Vercelli questo sabato 24 gennaio 2014, per tornare sul caso Agostini e ISIN. Di seguito l’invito. — Il gruppo Attivisti del Movimento 5 Stelle di Crescentino ha organizzato una serata informativa sul tema del Nucleare che avrà luogo sabato 24 gennaio 2015 alle ore 21.30 nella sala Consiliare del Comune di Crescentino. Vista la posizione del paese, tra Saluggia e Trino e tenuto conto della presenza di una falda acquifera come quella che alimenta l’acquedotto del Monferrato, ci si chiede quanto i cittadini siano consapevoli della situazione, dei rischi, dei pericoli e del ruolo ricoperto dalle diverse aziende che gestiscono il nucleare sul nostro territorio e degli impegni assunti da queste ultime. Questo evento vuole essere lo spunto per fornire in modo chiaro e trasparente informazioni util…

READ MORE →
Nucleare Piemonte
Energia

Nucleare Piemonte, fuori le date!

Nucleare Piemonte, fuori le date dello smantellamento! Anche alla luce dell’incidente nucleare accaduto in Ucraina, come MoVimento 5 Stelle torniamo a chiedere più chiarezza e trasparenza sull’affare nucleare in Italia, considerando l’estrema delicatezza del tema e l’evidente carenza endemica di legalità nel nostro paese. In Italia apprendiamo la notizia di un blocco al terzo reattore dell’impianto situato nella regione di Zaporizhye. L’incidente sarebbe avvenuto venerdì 28 sera, come riportato dal sito web della stessa centrale, tra l’altro la più grande d’Europa [fonte: http://www.npp.zp.ua/news del 29/11/2014]. Non vi sare…

READ MORE →