Energia

Sugli “intelligenti” F35 salirà anche “l’intelligenza” nucleare?

F35 NucleariLe omissioni spesso sono peggio delle menzogne e spesso molto più dannose, se non letali. Ma quando si tratta di qualunque cosa abbia a che fare con il nucleare, si alternano con la rapidità.. di una fissione.

E non facciamo in tempo a capire dove i trasporti radioattivi relativi agli smantellamenti delle vecchie centrali nucleari (dismesse decine di anni fa) avvengono in gran segreto; che scopriamo che c’è pure di peggio.

Già, il peggio non ha mai fine. Ancora una volta la Costituzione italiana è violata. Quella frasetta che dice “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”, non è stata infranta solo dal nostro bel Governo Letta con la destinazione di fiumi di miliardi per l’acquisto di mezzi militari di ogni tipo, fra cui gli F35, ma viene calpestata anche dalle attività militari altrui svolte sul nostro territorio,.. sempre che “nostro” sia ancora.

Il Guardian e Repubblica sostengono che il Pentagono stia per spendere 11 miliardi di dollari per rendere “intelligenti” ben 200 ordigni nucleari tattici B61 collocati nei paesi europei, questo al fine di renderli teleguidabili e sganciabili, guarda caso, anche da caccia bombardieri come gli F35 che tanto il nostro governo si è impegnato ad acquistare nonostante la convinzione iniziale di Federico Boccia (PD) (o, secondo lui, dei suoi collaboratori) che fossero elicotteri di soccorso.

Secondo gli articoli, 50 di questi ordigni sono collocati ad Aviano in Friuli, mentre 40 a Ghedi, in provincia di Brescia, anche se sembra ce ne siano un pochino di meno. E’ comunque un segno premonitore che la somma delle bombe stimate sia esattamente pari ai cacciabombardieri F35 che il nostro Paese teoricamente “non bellico” si appresta a comprare.

Non credo ci sia bisogno di essere di destra o di sinistra per capire che da qualunque parte arrivino questi ordigni “intelligenti”, forse non servirà più ragionare molto a chiunque per chilometri di distanza.

Anche se tutti sappiamo che probabilmente non si alzerà mai in volo un solo F35 armato perché l’unica “arma” che attualmente è in uso è quella dei politici che “sparano” sul settore militare i miliardi che servirebbero al… “settore” civile.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Valledora - La Stampa del 13/08/2013

Next post

Valledora - La Nuova Provincia di Biella del 28/08/2013