Salute

Fa che il #cibo sia la tua medicina

Prendo spunto dalla vicenda della dott.sa Michela De Petris, che proprio in questi giorni è finita sui giornali creando un vero e proprio caso mediatico.

La Dott.ssa de Petris, dietologa esperta nella terapia nutrizionale del paziente oncologico e in alimentazione vegetariana e vegana ha parlato durante una recente trasmissione de “le Iene” del caso di un uomo guarito da un tumore al cervello dopo avere adottato un’alimentazione a base vegetale tendenzialmente crudista, eliminando quindi carne, pesce, uova e derivati del latte.

Tant’è bastato per farle ritenere, come affermato nelle sue dichiarazioni che la decisione di non rinnovarle il contratto da parte dell’ospedale San Raffaele di Milano, dipendesse dall’ avere diffuso pubblicamente il successo delle sue terapie alimentari.

Ammesso che sia andata davvero in questo modo, forse le idee fuori dalla prassi medica della Dott.sa e le sue terapie fanno di lei un personaggio scomodo per l’ospedale? 

Eppure molti studi scientifici internazionali confermano una correlazione tra dieta vegana e vegetariana e l’incidenza dei tumori.

Citando alcuni risultati di questi studi: “la dieta vegana mostra un effetto statisticamente significativo sulla diminuzione dell’incidenza di tutti i tumori” “la dieta vegetariana presenta un diminuito rischio per i tumori dell’apparato gastro-intestinale”.

Del resto, “Fa che il cibo sia la tua medicina” diceva Ippocrate, padre della medicina nel 370 a.C.
E allora perché tanta fatica a riconoscere l’importanza della dieta almeno come integrazione alla cura delle malattie?

A essere maligni, si potrebbe pensare che integrare le terapie anti tumorali con la dieta possa intaccare gli interessi dell’industria farmaceutica che su questi farmaci e sulle lunghe degenze prospera….

La salute non è un diritto di tutti, ma un affare di pochi?

Gli italiani che hanno scelto stili di vita vegetariani e vegani sono circa 7 milioni.

Eppure in Italia portare avanti scelte alternative è ancora un cammino poco agevole. Pensiamo ad esempio alla poca possibilità di scelta delle mense pubbliche.

Chi governa questo paese dovrebbe prestare più attenzione alle scelte dei cittadini, specie quando scelgono di adottare stili di vita più sostenibili per l’ambiente e la salute umana.

Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana
Lo diceva un certo Albert Einstein!

Cittadino Mirko Busto

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Mense veg per la libertà e la sostenibilità

Next post

Farmaci: siamo sicuri che facciano veramente bene ...?