AmbienteLavoro

La moda dell’upcycling!

Oggi tanti mi chiedono della cintura che indosso.

Guardatela bene! Si, è proprio un copertone di bicicletta….

E come ci è finito un copertone di bicicletta addosso a me nel parlamento italiano?

Questo fine settimana sono andato alla Libera università di Alcatraz in Umbria, dove ho partecipato alle ultime giornate del festival Ecofuturo.

C’erano molti stand e conferenze, tutte incentrate sulla innovazione delle tecnologie sostenibili al servizio del benessere dell’essere umano per l’unico futuro possibile, quello sostenibile.

Si parlava ad esempio del concetto di Upcycling.

Di cosa stiamo parlando?

Tutti noi ormai conosciamo il riciclaggio. I prodotti al loro fine vita vengono mandati in appositi impianti, vengono sminuzzati e tritati per diventare nuove materie prime, le cosiddette materie prime seconde.

Ma spesso il riciclaggio produce materia di più bassa qualità e valore di quella di qui era costituito il prodotto originario in quanto non è possibile ottenere i materiali con le stesse caratteristiche di quelli originali. In questo caso si parla di downcycling.

Quando invece un prodotto o i materiali che lo compongono vengono trasformati in nuovi prodotti o materiali di qualità migliore rispetto alla situazione di partenza si parla di upcycling.

Un copertone di bicicletta dismesso che da rifiuto ritorna ad essere, con pochi e semplici passaggi, un oggetto di valore superiore al prodotto precedente rappresenta un perfetto caso di upcycling!

E cosi mi sono comprato la bella cintura che ora ho addosso.

E anche un fantastico paio di ciabatte! Fatte con copertoni usati come suola e vecchie cinture di sicurezza per fasciare e tenere al sicuro il mio piede! 🙂

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Gaza, chiediamo processo per crimini di guerra

Next post

Pesticidi. And the winner is: Glifosato