Energia

Nucleare Piemonte, fuori le date!

Nucleare Piemonte, fuori le date dello smantellamento!

Anche alla luce dell’incidente nucleare accaduto in Ucraina, come MoVimento 5 Stelle torniamo a chiedere più chiarezza e trasparenza sull’affare nucleare in Italia, considerando l’estrema delicatezza del tema e l’evidente carenza endemica di legalità nel nostro paese.

In Italia apprendiamo la notizia di un blocco al terzo reattore dell’impianto situato nella regione di Zaporizhye. L’incidente sarebbe avvenuto venerdì 28 sera, come riportato dal sito web della stessa centrale, tra l’altro la più grande d’Europa [fonte: http://www.npp.zp.ua/news del 29/11/2014].

Non vi sarebbe alcun pericolo per la popolazione e da venerdì 5 dicembre l’impianto dovrebbe tornare a regime, ma non possiamo non pensare alla situazione nostrana. Nella mia regione di residenza – il Piemonte – giace oltre il 96% delle scorie nucleari che l’Italia custodisce.

Da decenni si attende una collocazione certa e definitiva per i rifiuti radioattivi e riscontriamo, anche grazie all’azione dell’M5S, più sensibilità sul tema trasparenza.

Ma non possiamo ancora dirci soddisfatti! Con i colleghi M5S in Parlamento e in Regione Piemonte, non ci risulta che presso il Tavolo regionale della trasparenza per lo smantellamento nucleare (tenutosi il 26 novembre a Torino) l’azienda pubblica Sogin abbia fornito date certe per il ripristino ambientale di tutti i siti piemontesi.

Dai dati in nostro possesso, ricavati durante un’audizione in Senato (vedi foto!), per il “brown field” in alcuni casi dovremmo attendere sino al 2032! A quando trasparenza e scadenze certe per il nucleare italiano?

Mirko Busto, Davide Crippa deputati M5S
Giorgio Bertola, capogruppo M5S Regione Piemonte

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Pesticidi azioni M5S

Next post

Esondazione Vercelli: fare o apparire?