Lavoro

Sulle scuole, le risorse di #Renzie sono zero!

Scuole e Renzi: solo slogan!

Nelle ultime ore, dai media locali del mio territorio, ho appreso che diversi sindaci guardano con favore e speranza alle promesse di Renzi riguardo all’edilizia scolastica.

Le risorse destinate alla scuola, in realtà, al momento paiono ammontare a zero.

In aula, proprio pochi minuti fa (nel pomeriggio di martedì 18 marzo) il collega portavoce Luigi Gallo ha riassunto la realtà dei fatti in merito alle risorse stanziate per il personale delle scuole (per la precisione, decreto legge 23 del gennaio 2014).

Renzi ha annunciato di avere in serbo sino a 20 miliardi di coperture finanziarie. Dobbiamo credergli? Ciò che è certo è che nel 2014 il comparto istruzione ha 23 milioni in meno rispetto al 2013.

Nello specifico del decreto sulla proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola, la copertura stanziata ammonta a 370 milioni di euro. A ben leggere però lo stesso decreto prevede solo 120 milioni ricavati dai risparmi ottenuti con i tagli della Gelmini.

I milioni che mancano all’appello dovranno essere ricavati in una specifica sezione negoziale con i sindacati entro il 30 giugno di quest’anno, pena la perdita anche dei 120 milioni di cui sopra.

La sezione negoziale andrà a prendere le risorse nel MOF (fondi per il miglioramento dell’offerta formativa), che garantisce tutte le attività pomeridiane in una scuola.

Renzi si conferma un illusionista che dispensa formule magiche, ma che in realtà vuol fare la pelle al coniglio che tiene nel cilindro (in questo caso il coniglio è il personale scolastico!).

Infine, dalle risorse umane alle strutture scolastiche, ricordo ai sindaci che confidano in Renzi che nella legge di stabilità il MoVimento 5 Stelle ha inserito la possibilità di devolvere l’8 per mille proprio all’edilizia scolastica!

Piccoli passi concreti, magari meno rumorosi, invece di promesse altisonanti.

Al posto dei sindaci speranzosi del mio territorio inizierei a nutrire qualche sano dubbio sulle parole carezzevoli del neo presidente del consiglio e comincerei a preoccuparmi degli tagli feroci che purtroppo non risparmieranno il settore scuola!

Mirko Busto – deputato M5S

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post

Da due occhi… una comunità

Next post

Un tappeto magico per andare a Cairo Montenotte